Marco Taddia

Insegna Chimica Analitica presso l’Università di Bologna e svolge attività di ricerca presso il Dipartimento di Chimica “Giacomo Ciamician”. Dopo una breve permanenza all'Imperial College of Science and Technology di Londra, si è occupato principalmente di analisi spettroscopica. Interessato alla storia della chimica, ha curato, insieme a Marco Ciardi, la prima versione italiana degli Opuscules di Lavoisier. Collabora con regolarità alla rivista Sapere ed ha scritto anche per il supplemento scientifico del quotidiano La Stampa.

Storici a confronto su scienza e potere

I convegni scientifici internazionali, spinti anche dall’esigenza di raccogliere quante più adesioni possibili per motivi di bilancio, non brillano sempre per l’originalità dei temi proposti ma, qualche volta, ci sono delle eccezioni.  La 7a Conferenza Internazionale della Società Europea di Storia della Scienza (ESHS) che ha chiuso i battenti a Praga il 24 Settembre 2016 dopo tre giorni di lavori, fa parte di queste.

Ecco la Chimica di Malaguti, perfino in cinese

È noto a tutti che il fenomeno della “globalizzazione” ha portato la Cina al centro dell’attenzione mondiale, specialmente in campo economico. Anche solo pochi decenni fa, chi mai avrebbe pensato che ogni fibrillazione dell’economia cinese si sarebbe avvertita con effetto quasi immediato anche nelle nostre tasche? Eppure è così. Ormai, si parla della Cina come di un colosso in tutti sensi, destinato a primeggiare in numerosi settori, incluso quello tecnologico.  Le sue merci invadono il mondo e così la sua imprenditoria, più intraprendente che mai.

Fosforo per l’agricoltura di guerra

Quando scoppiò la Prima Guerra Mondiale, tra i primi settori a risentirne pesantemente gli effetti ci fu l’agricoltura. Le difficoltà degli agricoltori italiani derivavano soprattutto dai costi e dalla carenza di fertilizzanti, nonché dalla penuria di altri prodotti precedentemente importati che, improvvisamente, venivano a mancare.

I fertilizzanti fosfatici