fbpx Giorgio Parisi | Scienza in rete
SciRe/

Giorgio Parisi

Premio Nobel per la fisica nel 2021. È nato il 4 agosto 1948 a Roma, dove si è laureato in Fisica nel 1970, sotto la direzione di Nicola Cabibbo. Ha svolto la sua attività di ricerca presso i Laboratori nazionali di Frascati, prima come borsista del Consiglio Nazionale delle Ricerche (1971-1973) e successivamente come ricercatore dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (1973-1981). In questo periodo ha effettuato lunghi soggiorni all'estero: Columbia University, New York (1973-1974), Institute des Hautes Etudes Scientifiques, Bures-sur- Yvettes (1976-1977), Ecole Normale Superieure, Paris (1977-1978).

Chiamato quale professore di ruolo nell'Università di Roma nel febbraio 1981, è stato dal 1981 al 1992 professore di Istituzioni di Fisica Teorica presso l'Università di Roma II, Tor Vergata. Dal 1992 è stato professore di Teorie quantistiche presso l'Università di Roma I, La Sapienza.

Dal 1987 è socio corrispondente e dal 1993 socio nazionale dell'Accademia dei Lincei; dal 1992 è socio straniero della Accademia Francese, dal 2000 socio dell'Accademia Nazionale delle Scienze, detta dei XL e dal 2004 socio della National Academy of Sciences. Dal 2018 al 2021 è stato presidente dell'Accademia nazionale dei lincei.

Nel 1992 ha ricevuto la medaglia Boltzmann (assegnata ogni tre anni dalla I.U.P.A.P. per la termodinamica e la meccanica statistica) per i suoi contributi alla teoria dei sistemi disordinati. Nell 1999 ha ricevuto la medaglia Dirac per la fisica teorica, nel 2003 il premio Enrico Fermi della SIF e nel 2005 in premio Nonino e il premio Heinmann del'APS. Nel 2021 ha ricevuto il Wolf Prize per la Fisica.

La sua attività di ricerca si è concretizzata in circa 450 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali e in circa 50 contributi a atti di congressi o di scuole specializzate. I campi principali a cui ha contribuito sono la fisica delle particelle elementari, la teoria delle transizioni di fase e la meccanica statistica, la fisica matematica, i sistemi disordinati (vetri di spin e sistemi complessi), l'immunologia teorica, le simulazioni numeriche su grande scala e la progettazione e costruzione di calcolatori paralleli (progetto APE).

È autore di tre libri: "Statistical Field Theory", Addi-son Wesley, New York, 1988, "Spin glass theory and beyond" Word Scien-tific, Singapore, 1988 (quest'ultimo in collaborazione con M. Mezard e M. A. Virasoro), e "Order, disorder and simulations", Word Scientific, Singapore, 1992.

Pubblicazioni (dimensions.ai).

Letture consigliate

Alla ricerca della complessità. Pietro Greco, 2013.
La ricerca della complessità: la cibernetica. Pietro Greco, 2013.
La ricerca della complessità: proprietà emergenti. Pietro Greco, 2013.
La ricerca della complessità: il caos. Pietro Greco, 2013.

Assegnazione del Premio Nobel per la fisica e intervista