fbpx Micaela Morelli | Scienza in rete
Covid-19/

Micaela Morelli

Laureata in Scienze Biologiche presso l’Università degli Studi di Cagliari, è stata Research Associate presso il Dipartimento di Farmacologia dell’Università dell’Arizona (Tucson). È professoressa ordinaria di Farmacologia presso il Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università degli Studi di Cagliari. È pro-rettrice alla ricerca dell’Università di Cagliari. Past-Presidente della Società Italiana di Neuroscienze. Coordina un gruppo di ricerca che studia la malattia di Parkinson e il suo trattamento farmacologico insieme ai meccanismi della neurotossicità e della neuroinfiammazione. Inoltre svolge ricerche sulle funzioni dei recettori della dopamina e dell’adenosina nella mediazione delle risposte motorie originate nei nuclei della base. È autrice di oltre 200 articoli pubblicati su riviste scientifiche internazionali.

Sperimentazione animale: a quando lo spillover culturale?

Non serve, non è etica, ci sono alternative, fa fuggire i ricercatori: e se la pandemia da coronavirus fosse l'occasione per un po' di spillover culturale, almeno per quanto riguarda la sperimentazione animale? Le valutazioni di Michele Simonato, Elisabetta Cerbai, Micaela Morelli, Antonio Musarò, Marco Onorati, Marco Tamietto - a nome di tanti altri ricercatori e ricercatrici.
Crediti immagine: Tibor Janosi Mozes/Pixabay. Licenza: Pixabay License

Coronavirus. Non sarebbe questa l’occasione perfetta per smetterla, una volta per tutte, con la sperimentazione animale? In fondo non serve, ci sono alternative, non è etica, fa fuggire i nostri giovani ricercatori. Quindi, cosa aspettiamo?