fbpx Terremoto della Pianura padana | Scienza in rete
Covid-19/

Terremoto della Pianura padana

Alluvioni: il meteorologo servito in pasto al popolo

Chi lavora nei servizi pubblici per l'allertamento, che faccia il meteorologo o si occupi delle valutazioni sugli effetti idrogeologici, non fa questo mestiere solo il 9 ottobre del 2014.
Lo fa 365 giorni l'anno (che anche in un meccanismo di turnazione vuol dire, per ogni singola persona, novanta o cento turni all'anno), per tutti gli anni che conducono dall'inizio dell'esperienza lavorativa alla pensione.
Facciamo conto paro, tremila turni in trent'anni? Tremila volte ad assumersi la responsabilità civile e penale di quello che si scrive nero su bianco su documenti ufficiali

Prevedere i terremoti: politica e "scienza" senza scrupoli

La cronaca quotidiana continua a proporci problemi di più o meno facile soluzione: la crisi economica, l’approvvigionamento energetico, i mutamenti climatici, le disgrazie naturali e la capacità di prevederle, …
La lista potrebbe proseguire, ma queste poche voci dovrebbero bastare a rendere l’idea delle difficoltà che i miliardi di uomini brulicanti sulla superficie terrestre devono e soprattutto dovranno affrontare. Ogni soluzione, anche parziale e limitata, a uno di questi problemi è certamente benvenuta e potrebbe assicurare fama imperitura e ricchezza

Il sisma fa sprofondare l'Emilia nella sabbia

Non si può dire che “era già tutto previsto” perché come è noto i terremoti non si possono ancora prevedere. Tuttavia era da tempo che i geologi della zona colpita in questi giorni dal sisma facevano notare che l'alto Ferrarese e parte del Modenese erano terre ballerine. Forse addirittura con un grado di rischio superiore di quanto formalizzato dalla Carta del rischio sismico, che nel 2002 ha inserito anche queste strane terre “padane” nel novero delle zone sismiche. Perchè “strane”?