Punteggio PISA e spesa: chi investe bene

AllegatoDimensione
Image icon pisa_2012.png71.27 KB
Italiano
Read time: 2 mins
Intervallo dati: 
Sabato, 1 January, 2005 to Lunedì, 31 December, 2012

Abbiamo confrontato i dati del rapporto PISA 2012 Results in Focus (pdf) con i dati Eurostat (link) relativi alla spesa media annuale sostenuta per studente dal 2005 al 2010 ed espressa in PPS (link) (purchasing power standard. E’ una unità monetaria artificiale, il suo valore è calcolato in modo che un PPS sia possibile acquistare lo stesso bene o servizio in ogni paese)(1).

CountryPISA score 2012PISA OECD meanSpesa per studente (PPS)
Romania445below1970
Bulgaria439below2463
Lithuania479below3196
Latvia491average3511
Poland518above3578
Estonia521above3716
Hungary477below3897
Croatia471below3964
Czech Republic499average4371
Greece453below4479
Portugal487average5044
Ireland501above6023
Italy485below6281
Slovenia501above6327
Spain484below6567
Finland519above6797
France495average6849
Germany514above6976
Belgium515above7371
Japan536above7442
Sweden478below7792
United Kingdom494average7811
Iceland493average7862
Netherlands523above7998
Cyprus440below8000
Austria506above8735
Denmark500above8812
Norway489average9758
United States481below11254

Abbiamo rappresentato i dati con un diagramma cartesiano. Sull’asse X i dati della spesa, sull’asse Y i dati PISA. Emerge un fenomeno atteso: la linea di tendenza mostra che chi spende di più ottiene risultati migliori.

Ci sono però alcune eccezioni. Nel quadrante verde si trovano i paesi con spesa sotto la media ma rendimento sopra alla media: Estonia, Polonia, Irlanda, Repubblica Ceca. Nel quadrante rosso i paesi in cui la spesa è sopra la media e il rendimento sotto. In questo quadrante si trova l’Italia ma anche Svezia, Norvegia e Stati Uniti. Questi paesi però hanno una spesa molto più alta e risultati ancora più bassi dell’Italia che invece è molto vicina alle medie generali di spesa e rendimento.

I due outlier, che potrebbero essere modello negativo e modello positivo sono Stati Uniti e Giappone. Gli Stati Uniti hanno una spesa per studente di gran lunga superiore a tutti gli stati presi in considerazione (oltre 11.000 pps) e nonostante ciò il punteggio PISA (490) è sotto alla media (480). Al contrario il Giappone ha una spesa di poco superiore alla media (7442 pps contro 6167 pps) e simile a paesi paragonabili per importanza economica ma un punteggio PISA molto elevato (536). Subito dietro i Paesi Bassi con 523 ma con una spesa leggermente superiore, 7998 pps.

Chi spende di più ha risultati migliori. Non sempre i paesi nordici sono un modello. Nell’est europa alcuni hanno trovato un sistema con ottima efficenza ma l’Asia batte tutti.

1. I dati si riferiscono a scuole primaria, secondaria e e terziaria. Mancano molti paesi presi in esame dal report PISA perché non abbiamo trovato il dato relativo alla spesa per studente.

Autori: 
Free tag: 
Indice: 
Sezioni: 
Correlazione degli articoli
Informazioni per gli editor
bozza
Scuola
Grafico: