Scienzainrete al XV Congresso Internazionale di Immunologia

Read time: 3 mins

XV Congresso Internazionale di Immunologia, Milano

Dal 22 al 27 agosto, si è tenuto a Milano il XV Congresso Internazionale di Immunologia, promosso e organizzato dall’International Union of Immunological Societies (IUIS) e dalla Società Italiana di Immunologia, Immunologia Clinica e Allergologia (SIICA).

VIDEO DELLE DIRETTE STREAMING

 XV International Congress of Immunology- Press Conference part I
Sergio Romagnani, Peter C. Doherty and Rolf M. Zinkernagel
[video: http://www.youtube.com/watch?v=psWBotloGtQ]

XV International Congress of Immunology- Press Conference part II
Rino Rappuoli and Peter C. Doherty
[video: http://www.youtube.com/watch?v=GSTd973oADc&feature=youtu.be]

Opening Ceremony
[video: http://www.youtube.com/watch?v=iOpuPQ_3fi4]

LECTURES

Mitochondrial transport by microtubule acetylation is essential to NLRP3-inflammasome activation 
Shizuo Akira 
[video: http://www.youtube.com/watch?v=OIS0uUv9cc4&feature=youtu.be]

Inflammation and tissue homeostatis

Ruslan Medzhitov
[video:http://youtu.be/tuKru8qGjyk]

On immunity in, biomarkers for, and vaccines against tuberculosis
Stefan H. E. Kaufmann 
[video: http://www.youtube.com/watch?v=5eLEMIFcmAM]

Interactions between the cellular and humoralarm of innate immunity
Alberto Mantovani 
[video: http://www.youtube.com/watch?v=rtWP4rtJIm0] 

 Control of immune response by regulation T Cell
Shimon Sakaguchi 
[video: http://www.youtube.com/watch?v=O3_vGY5DxSE] 

Dissecting the antibody response to pathogens and self antigens 
Antonio Lanzavecchia
[video: http://www.youtube.com/watch?v=pxMCSilfxdo]

AIRE control of immunological tolerance: new twist
Diane Mathis
[video: http://www.youtube.com/watch?v=kIGWzCrcHVs]

The inflammasome in health and disease 
Richard A. Flavell 
[video: http://www.youtube.com/watch?v=zC41bwBqpOs]

Cancer immunoediting: basic mechanism and therapeutic implications
Robert D. Schreiber
[video: http://www.youtube.com/watch?v=lPXUoR1iTVA]  
 

Human effector CD4+ T cells
Sergio Romagnani
[video: http://www.youtube.com/watch?v=a9jewQ8oJzc] 


VIDEO INTERVISTE

The best of Immunology in Milan
Luciano Adorini
[video: http://www.youtube.com/watch?v=UulH53vu7b4]

Why is tolerance so important? 
Abul Abbas
[video: http://www.youtube.com/watch?v=Zg4MvDaMgsg]

What is the purpose of immune monitoring? 
Mark Davis 
[video: http://www.youtube.com/watch?v=b2LvphK1sZc]

Will immunology cure all diseases?
Peter C. Doherty and Rolf M. Zinkernagel 
[video: http://www.youtube.com/watch?v=i3bZ_EL2BFw]
 

What about present impact and future perspectives of anti TNF therapy? 
Marc Feldmann
[video: http://www.youtube.com/watch?v=INpEs5NMGjI]

Can we prevent cancer by a vaccine?
 Olivera Finn
[video: http://www.youtube.com/watch?v=-_uQ1r74d_I]

What's the relevance of curiosity driven research?
Jules Hoffmann
[video: https://www.youtube.com/watch?v=GInIE32Y4ms]

Wich are the perspectives for a vaccine against HIV?
Jorge Kalil
[video: http://www.youtube.com/watch?v=i5nXZtGCq3c] 

Do we really need a new vaccine against tuberculosis?
Stefan Kaufmann 
[video: http://www.youtube.com/watch?v=2IZC3Ha2T2I] 

What is known about the causes of autoimmune diseases?
Diane Mathis
[video: http://www.youtube.com/watch?v=cncuBbgHgPs] 

L'Italia guida l'immunologia mondiale
Alberto Mantovani
[video: https://www.youtube.com/watch?v=zvIfaF3pnzI] 

 Can immunology replace the use of animals in labs?
Sergio Romagnani
[video: https://www.youtube.com/watch?v=bVNOaO0ols8]

What are your final remarks on ICI2013?
Luciano Adorini
[video: https://www.youtube.com/watch?v=nIn1P6CI_sw]  

ARTICOLI

Ruslan Medzhitov è il vincitore del Kröner Fresenius Award

Articoli correlati
Autori: 

Aggiungi un commento

Grazie, Obama!

Read time: 3 mins

E’ giunta al termine una Presidenza, quella di Barack Obama, che lascerà il segno negli USA. Un segno importante nella ricerca scientifica e nell’innovazione tecnologica, in un Paese che negli ultimi 80 anni è stato all’avanguardia nella scienza e nella tecnologia.

Durante i suoi due mandati alla Casa Bianca, Obama ha fortemente enfatizzato la visione della ricerca scientifica e dell’innovazione tecnologica come uno dei pilastri della leadership degli USA nel mondo. E ha effettuato, a sostegno, gesti significativi - come ricevere alla Casa Bianca Emily Whitehead, bimba di 6 anni guarita dalla leucemia grazie alle nuove terapie immunologiche - e scelte finanziarie anche coraggiose. Ad esempio, investendo miliardi di dollari per favorire la ricerca, attraverso finanziamenti competitivi, nel momento di più profonda crisi finanziaria. Andando, quindi, controtendenza.

Emily Whitehead, la bambina di 6 anni, guarita dalla leucemia grazie alle nuove terapie immunologiche, ricevuta alla casa Bianca da Obama. Di fianco, la... giustifica per l'assenza da scuola

Questa mia percezione è stata confermata anche da alcuni amici, membri della National Academy, che hanno avuto modo di incontrare l’ormai ex Presidente USA personalmente.

Vale la pena ricordare le ultime due iniziative di Obama in questi ambiti. La prima è la Medicina di Precisione, che Obama ha non solo indicato come frontiera, ma anche concretamente sostenuto. Si tratta di una visione della medicina che incrocia le caratteristiche genetiche dell’individuo, lo stile di vita e l’ambiente in cui vive, e che utilizza i progressi della genomica per identificare strategie preventive e terapeutiche più efficaci e personalizzate. Una sfida che richiede l’integrazione di competenze diverse - medici, medici-ricercatori, ricercatori preclinici, tecnologie avanzate - al servizio del paziente. La “Precision Medicine Initiative” di Obama, annunciata nel 2015, ha visto un investimento di 215 milioni di dollari nel 2016: nel giro di poco tempo, dunque, si è passati da un annuncio di visione all’implementazione di azioni a sostegno.

La seconda iniziativa è l’operazione “Moonshot”, balzo sulla luna, per accelerare la ricerca sul cancro e trovare nuove cure per questa malattia che rappresenta, appunto, la luna da conquistare grazie all’avanzamento delle conoscenze, significativo negli ultimi 30 anni, ad esempio nel settore dell’immunologia e immunoterapia. Al lancio del Cancer Moonshot, sono seguiti una serie di finanziamenti e di azioni concrete, guidate dal vicepresidente Joe Biden, mirate non solo a rendere disponibili per i pazienti nuove terapie, ma anche a migliorare la capacità di prevenire il cancro e diagnosticarlo in fase precoce. E’ stata inoltre creata una task force di esperti, composta da alcuni dei migliori cervelli degli USA, che ha indicato le nuove sfide del settore ed una serie di azioni da intraprendere per raggiungere l’obiettivo Cancer Moonshot.

L’eredità che lascia Obama, dunque, dal punto di vista della ricerca scientifica per la salute è un’eredità di visione e di scelte - coerenti per contenuto e tempistica - mirate a realizzarla concretamente. Ci auguriamo che le prossime amministrazioni negli USA continuino sulla stessa linea. Per il bene di tutti.

Questa riflessione sulle scelte della presidenza Obama non può non farci interrogare su quanto accade nel nostro Paese. L’orizzonte tracciato negli USA è quello in cui dobbiamo muoverci anche noi. Per ora, siamo purtroppo sostanzialmente fermi al palo, ma non è troppo tardi: abbiamo un patrimonio di risorse intellettuali e di passione, nei nostri giovani, che ci consentirebbe al di fare un “moonshot” sul cancro e, più in generale, sulla ricerca scientifica. Dobbiamo quindi raccogliere la sfida che Obama ha lanciato: visione, scelte e sostegno economico alla ricerca. Per il futuro del nostro Paese.

Pubblicato su La stampa il 15/1/2017.