Elena Baldi

Elena Baldi è nata a Bologna il 18 aprile 1990. Nel luglio 2012 si è laureata in Scienze della Comunicazione all’Università di Bologna. Ha frequentato il Master in Comunicazione della Scienza della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (Sissa) a Trieste e collabora con alcune testate locali. Cura un blog, in cui pubblica le notizie scientifiche che la incuriosiscono: http://unconflittodimeraviglie.wordpress.com/

 

Ogm in Italia: continua la caccia alle streghe

Trent’anni fa usciva su Nature il primo articolo sugli Ogm.

Aiuta Scienza in Rete a crescere. Il lavoro della redazione, soprattutto in questi momenti di emergenza, è enorme. Attualmente il giornale è interamente sostenuto dall'Editore Zadig, che non ricava alcun utile da questa attività, se non il piacere di fare giornalismo scientifico rigoroso, tempestivo e indipendente. Con il tuo contributo possiamo garantire un futuro a Scienza in Rete.

E' possibile inviare i contributi attraverso Paypal cliccando sul pulsante qui sopra. Questa forma di pagamento è garantita da Paypal.

Oppure attraverso bonifico bancario (IBAN: IT78X0311101614000000002939 intestato a Zadig srl - UBI SCPA - Agenzia di Milano, Piazzale Susa 2)

Anche in Italia le calamità vanno assicurate

Serve anche in Italia un sistema di copertura assicurativa diffusa contro i danni provocati dalle calamità naturali. Come nel resto d’Europa. Questo il tema al centro del dibattito nel convegno Il ruolo delle assicurazioni pubbliche nelle politiche di sviluppo solidale organizzato dalla CONSAP (Concessionaria per i Servizi Pubblici Assicurativi) lo scorso 5 dicembre 2012 presso la propria sede romana, in occasione del 40° anniversario del Fondo di garanzia per le vittime della strada.

Aiuta Scienza in Rete a crescere. Il lavoro della redazione, soprattutto in questi momenti di emergenza, è enorme. Attualmente il giornale è interamente sostenuto dall'Editore Zadig, che non ricava alcun utile da questa attività, se non il piacere di fare giornalismo scientifico rigoroso, tempestivo e indipendente. Con il tuo contributo possiamo garantire un futuro a Scienza in Rete.

E' possibile inviare i contributi attraverso Paypal cliccando sul pulsante qui sopra. Questa forma di pagamento è garantita da Paypal.

Oppure attraverso bonifico bancario (IBAN: IT78X0311101614000000002939 intestato a Zadig srl - UBI SCPA - Agenzia di Milano, Piazzale Susa 2)

Matite, navi e Nobel: come il grafene riscatterà l’Europa

Cosa c'è di più semplice di una matita? Quali oscuri segreti potranno mai nascondersi nella traccia che lascia dopo il suo passaggio? Perché mettersi a studiare la grafite, il cuore della matita? Perché uno scienziato che si occupa di fisica della materia dovrebbe perdere tempo con qualcosa di così comune e ordinario? Eppure la fisica si sta interessando alle matite. C’è qualcuno che, armato di grafite e nastro adesivo, cerca di scovare nuovi materiali, di capire come ricavare da una matita qualcosa che può finire nello schermo di uno smartphone.