Covid-19/

I lupi mannari

Read time: 2 mins

MateFitnessUna piccola città, in qualche sperduto luogo della terra, è infestata dai lupi mannari: persone che durante le notti di luna piena si trasformano in lupi feroci.
Per fare fronte a questa situazione, il sindaco della cittadina emette un'ordinanza, la quale stabilisce che ogni cittadino che sappia di essere un lupo mannaro, debba farsi fuori appena lo scopre. Dato che gli abitanti del luogo sono tutti rispettosi della legge, si può dare per certo che effettivamente ogni abitante che scopra di essere un lupo mannaro si tolga di mezzo. Purtroppo però, un lupo mannaro non si accorge di esserlo, può capirlo solo dall'osservazione di quello che gli sta intorno. Durante tutte (e sole) le notti di plenilunio, ogni cittadino incontra tutti gli altri, e pertanto è in grado di vedere i lupi mannari anche se non può comunicare con loro. 
Dopo la terza notte di luna piena vengono ritrovati i corpi di alcuni lupi mannari. 

Quanti sono? Perché?

Lupi

 


Il primo che pubblica nel commento la soluzione corretta e una breve
spiegazione verrà premiato con un INGRESSO GRATUITO a:

MateFitness, la palestra della matematica
Spazio didattico di Palazzo Ducale (cortile maggiore)
Piazza Matteotti 26r
Tel. 010 5574004
Genova

I commenti e il nome del vincitore verranno pubblicati tra 14 giorni quando
sotto l'indovinello successivo comparirà
la soluzione di questo indovinello.

SOLUZIONE DE "LA MONETA AVVELENATA

Prendiamo: 1 moneta dal primo sacchetto, 2 dal secondo, 4 dal terzo, 8 dal quarto, 16 dal quinto, 32 dal sesto. Pesiamo tutte le 63 monete assieme. Se fossero tutte buone dovrebbero pesare 630 g. Le monete di cioccolato avvelenate fanno aumentare il peso di 1 g ciascuna. Ciascun sacchetto dà un aumento di peso che permette di individuarlo univocamente. Ad esempio: se pesano 1 g in più allora le monete avvelenate stanno solo nel sacchetto 1, se pesano 2 g in più, stanno solo nel sacchetto 2, se pesano 3 g in più, stanno nei sacchetti 1 e 2, se pesano 13 g in più, stanno nei sacchetti 1, 3, 4 perché 13 può essere ottenuto in un solo modo, sommando numeri presi dalla sequenza 1, 2, 4, 8, 16, 32, e cioè: 1 + 4 + 8.
Tali numeri corrispondono ai sacchetti 1, 3, 4, e così via.

         COMPLIMENTI A Raffaele Gratton CHE HA CONDIVISO PER PRIMO LA SOLUZIONE CORRETTA

Aiuta Scienza in Rete a crescere. Il lavoro della redazione, soprattutto in questi momenti di emergenza, è enorme. Attualmente il giornale è interamente sostenuto dall'Editore Zadig, che non ricava alcun utile da questa attività, se non il piacere di fare giornalismo scientifico rigoroso, tempestivo e indipendente. Con il tuo contributo possiamo garantire un futuro a Scienza in Rete.

E' possibile inviare i contributi attraverso Paypal cliccando sul pulsante qui sopra. Questa forma di pagamento è garantita da Paypal.

Oppure attraverso bonifico bancario (IBAN: IT78X0311101614000000002939 intestato a Zadig srl - UBI SCPA - Agenzia di Milano, Piazzale Susa 2)

altri articoli

Per un'etica dei numeri e dei modelli

Tempio di Horo, Idfu, Assuan, Egitto (foto di Luca Carra).

I modelli servono? Dipende. Covid-19 ci ha fatto toccare con mano l'importanza di elaborare modelli quantitativi per cercare di fornire scenari ai decisori. I primi modelli - a partire dai più famosi di Neil Ferguson dell'Imperial College - hanno avuto la funzione di allertare l'opinione pubblica e i politici sulla gravità della situazione e a spingere verso risposte decise come il lockdown, ma certamente partivano da dati molto parziali e, secondo i critici, hanno prodotto scenari eccessivamente pessimistici. Con l'avanzare della pandemia i modelli si sono via via raffinati.