Mario Enrico Pè

È professore ordinario di Genetica Agraria alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, dove è anche il Preside della Classe di Scienze Sperimentali e Applicate. Dal 2019, è Presidente della Società Italiana di Genetica Agraria (SIGA). È accademico dell’Accademia dei Georgofili. L’attività di ricerca si è focalizzata principalmente sullo studio delle basi genetiche e molecolari dei caratteri complessi in specie di interesse agrario e nella caratterizzazione e valorizzazione delle loro risorse genetiche. Da parecchi anni il suo gruppo di ricerca di genetica svolge ricerche in collaborazione con università e istituzioni di pubbliche di numerosi paesi emergenti in Asia e in Africa. I risultati dell’attività di ricerca sono stati pubblicati su riviste scientifiche internazionali a elevato impatto.  

https://www.santannapisa.it/it/mario-enrico-pe

SARS-CoV-2: la bufala degli Ogm e il salto di specie

Un articolo pubblicato la scorsa settimana su Il Manifesto sostiene che il salto di specie del nuovo coronavirus sia imputabile agli organismi geneticamente modificati, o transgenici. Una teoria che non ha alcuna base scientifica e che richiama, ancora una volta, alla necessità di verificare le fonti.
Crediti immagine: Frederick Burr Opper/Wikimedia Commons. Licenza: dominio pubblico

Il «passaggio di specie» di un organismo patogeno dall’animale all’essere umano, che spiega la diffusione del coronavirus SARS-CoV-2, sarebbe colpa, tra le altre, dell’introduzione nell’ecosistema di organismi geneticamente modificati (Ogm). Questa la fantasiosa teoria elaborata in un articolo che sta facendo il giro dei social, nell’incredulità degli esperti: «Il virus degli Ogm nel “salto di specie”» pubblicato il giovedì 12 marzo su ilmanifesto.it, a firma di Francesco Bilotta.