Silvia Camporesi

Silvia Camporesi: 12/03/1982

Nel 2006 consegue la laurea specialistica in Biotecnologie Mediche presso l'Università di Bologna. Attualmente è studentessa del corso di dottorato in "Foundations of Life Sciences and their Ethical Consequences" diretto da Giovanni Bonoiolo presso la Scuola Europea di Medicina Molecolare e Università di Milano. La sua ricerca di dottorato è nel campo dell'Etica Medica. Queste le sue principali pubblicazioni in diverse riviste internazionali:

  1. Camporesi S, Choosing deafness with pre-implantation genetic diagnosis: an ethical way to carry on a cultural bloodline? Cambridge Quarterly of Healthcare Ethics, forthcoming (January 2010).
  2. Camporesi S, Phase 0 workshop at the 20th EORTC-NCI-AACR symposium, Geneva, ecancermedicalscience 2008, 2(107), DOI: 10.3332/ecancer.2008.107
  3. Camporesi S and Boniolo G, Fearing a non existing Minotaur? The ethical challenges of research on cytoplasmic hybrid embryos, J Med Ethics, 2008:34: 821 - 825.
  4. Camporesi S and Bortolotti L, Reproductive cloning in humans and therapeutic cloning in primates: Is the ethical debate catching up with the recent scientific advances? J Med Ethics, 2008 Sep;34(9):e15
  5. Camporesi S, Oscar Pistorius, enhancement and post-humans, J Med Ethics 2008;34(9): 639.
  6. Camporesi S, The FDA decision to shelve the Helsinki Declaration: Ethical considerations. ecancermedicalscience 2008, DOI: 10.3332/eCMS.2008.LTR76
  7. Camporesi S, The context of embryonic development and its ethical relevance. Biotechnol J 2007 Sep;2(9):1147-53

I test genetici

Giorgio ha 21 anni e un rischio del 50 % di sviluppare prima dei 40 anni la corea di Huntington, una malattia neurodegenerativa per cui si perde il controllo del sistema nervoso periferico (per cui il nome “corea”, dal greco per “danza”) dovuta a una mutazione genetica da espansione da triplette di DNA, attualmente incurabile. Esiste un test genetico per cui Giorgio può sapere con certezza se ha ereditato la mutazione, e quindi se svilupperà la malattia.

Aiuta Scienza in Rete a crescere. Il lavoro della redazione, soprattutto in questi momenti di emergenza, è enorme. Attualmente il giornale è interamente sostenuto dall'Editore Zadig, che non ricava alcun utile da questa attività, se non il piacere di fare giornalismo scientifico rigoroso, tempestivo e indipendente. Con il tuo contributo possiamo garantire un futuro a Scienza in Rete.

E' possibile inviare i contributi attraverso Paypal cliccando sul pulsante qui sopra. Questa forma di pagamento è garantita da Paypal.

Oppure attraverso bonifico bancario (IBAN: IT78X0311101614000000002939 intestato a Zadig srl - UBI SCPA - Agenzia di Milano, Piazzale Susa 2)

L'evoluzione della moralità

Domande circa la base e l’evoluzione della morale hanno sempre affascinato filosofi e psicologi. Le posizioni in campo sono delle più varie. Per esempio, alcuni studi empirici suggeriscono che i nostri giudizi su ciò che è giusto e ciò che è sbagliato sono influenzati da reazioni emozionali "viscerali" ("gut reactions") come empatia e disgusto.

Aiuta Scienza in Rete a crescere. Il lavoro della redazione, soprattutto in questi momenti di emergenza, è enorme. Attualmente il giornale è interamente sostenuto dall'Editore Zadig, che non ricava alcun utile da questa attività, se non il piacere di fare giornalismo scientifico rigoroso, tempestivo e indipendente. Con il tuo contributo possiamo garantire un futuro a Scienza in Rete.

E' possibile inviare i contributi attraverso Paypal cliccando sul pulsante qui sopra. Questa forma di pagamento è garantita da Paypal.

Oppure attraverso bonifico bancario (IBAN: IT78X0311101614000000002939 intestato a Zadig srl - UBI SCPA - Agenzia di Milano, Piazzale Susa 2)

Nuove strategie per curare l'AIDS

Finora, solo una persona sembra sia stata 'curata' dall'AIDS: un paziente che aveva sviluppato una leucemia in seguito all'immunodeficienza acquisita causata dal virus dall'HIV  e che aveva ricevuto un trapianto di midollo osseo da un donatore risultato naturalmente immune al virus.

Aiuta Scienza in Rete a crescere. Il lavoro della redazione, soprattutto in questi momenti di emergenza, è enorme. Attualmente il giornale è interamente sostenuto dall'Editore Zadig, che non ricava alcun utile da questa attività, se non il piacere di fare giornalismo scientifico rigoroso, tempestivo e indipendente. Con il tuo contributo possiamo garantire un futuro a Scienza in Rete.

E' possibile inviare i contributi attraverso Paypal cliccando sul pulsante qui sopra. Questa forma di pagamento è garantita da Paypal.

Oppure attraverso bonifico bancario (IBAN: IT78X0311101614000000002939 intestato a Zadig srl - UBI SCPA - Agenzia di Milano, Piazzale Susa 2)

Un laboratorio di bioetica a Bergamo

E' nato a Bergamo il “Laboratorio interdisciplinare della comunicazione scientifica e delle etiche applicate”, per iniziativa del liceo scientifico tecnologico Natta di Bergamo e della scuola di dottorato in “Fondamenti di scienze della vita e loro conseguenze etiche” di Milano. di SILVIA CAMPORESI

Aiuta Scienza in Rete a crescere. Il lavoro della redazione, soprattutto in questi momenti di emergenza, è enorme. Attualmente il giornale è interamente sostenuto dall'Editore Zadig, che non ricava alcun utile da questa attività, se non il piacere di fare giornalismo scientifico rigoroso, tempestivo e indipendente. Con il tuo contributo possiamo garantire un futuro a Scienza in Rete.

E' possibile inviare i contributi attraverso Paypal cliccando sul pulsante qui sopra. Questa forma di pagamento è garantita da Paypal.

Oppure attraverso bonifico bancario (IBAN: IT78X0311101614000000002939 intestato a Zadig srl - UBI SCPA - Agenzia di Milano, Piazzale Susa 2)

Morte cerebrale e donazione di organi

Dal 24 al 27 settembre scorsi si è tenuto a Viareggio il Festival della Salute. Ad aprire e a caratterizzare i lavori è stato il workshop su “Morte cerebrale e donazione di organi: Etica e scienza a confronto”. di PAOLO MAUGERI, SILVIA CAMPORESI e ALESSANDRO BLASIMME

Aiuta Scienza in Rete a crescere. Il lavoro della redazione, soprattutto in questi momenti di emergenza, è enorme. Attualmente il giornale è interamente sostenuto dall'Editore Zadig, che non ricava alcun utile da questa attività, se non il piacere di fare giornalismo scientifico rigoroso, tempestivo e indipendente. Con il tuo contributo possiamo garantire un futuro a Scienza in Rete.

E' possibile inviare i contributi attraverso Paypal cliccando sul pulsante qui sopra. Questa forma di pagamento è garantita da Paypal.

Oppure attraverso bonifico bancario (IBAN: IT78X0311101614000000002939 intestato a Zadig srl - UBI SCPA - Agenzia di Milano, Piazzale Susa 2)

Studi clinici in "fase zero"

Si chiamano "fase 0" e sono un nuovo tipo di studi clinici sui farmaci antitimurali. Sono studi preliminari sull'uomo che si basano sulla somministrazione di microdosi di farmaco (di agente antineoplastico) a un gruppo limitato di persone per un tempo limitato, inferiore alla settimana. L'obiettivo è solo verificare se l'attività molecolare manifestata in vitro o su modelli animali si conferma sull'uomo. Promettono meno "fraintendimenti terapeutici" e meno problemi etici perchè... di SILVIA CAMPORESI