fbpx Le neuroscienze e la sperimentazione animale | Scienza in rete

Le neuroscienze e la sperimentazione animale

Titolo originale: 
L'importanza della sperimentazione animale nelle neuroscienze
Soggetto: 
Intervista a Roberto Caminiti dell'Università La Sapienza di Roma

 

Nel corso del Fens Forum 2014, che si sta svolgendo in questi giorni a Milano, si è tenuto un interessante incontro: Advocacy and transparency in animal research. Un momento per approfondire il tema della sperimentazione animale attraverso il contributo di numerosi esperti internazionali.
Ad oggi, le uniche informazioni utili per combattere le malattie degenerative, quali morbo di Parkinson, morbo di Alzheimer vengono da ricerche compiute su modelli animali, inizialmente roditori, successivamente scimmie.
Grazie a questi studi, per esempio, è stato possibile comprendere meglio l’anatomia dei circuiti nervosi che degenerano nel Parkinson, consentendo così lo sviluppo di tecniche per lo sviluppo intracranica nell’uomo.

Per capire meglio l’importanza dell’utilizzo dei modelli animali nello studio delle neuroscienze abbiamo incontrato Roberto Caminiti, docente ordinario di Fisiologia umana alla Università La Sapienza di Roma e chair del Committee on Animals in Research (Care) della Federation of the European Neuroscience Societies (Fens)

Informazioni per gli editor
stato: 
bozza
Italiano
Read time: 1 min
Fens 2014
Sezioni: