Colloqui con la scienza: Staminali e medicina rigenerativa

Read time: 2 mins

“Colloqui per la scienza a Milano” è il titolo scelto per ciclo di 7 incontri organizzati  dal Comune di Milano, Assessorato Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca intende offrire alla cittadinanza una panoramica sulle opportunità legate alla ricerca scientifica di frontiera.
“Mettere la ricerca scientifica al centro del dibattito pubblico – ha spiegato l’assessore all’Università e Ricerca Cristina Tajani – è importante poiché centri di ricerca, istituti, università e fondazioni private sono un rilevante fattore di traino economico e occupazionale per tutto il territorio milanese. Sono più di 1.000 i progetti di ricerca realizzati da atenei o istituti milanesi, per un indotto di circa 300 milioni di euro sulla città. Oltre 20 mila quelli nazionali finanziati dall’Unione Europea. Per Milano una posizione di eccellenza che pone gli atenei, gli ospedali e i centri di ricerca milanesi in prima fila sul fronte della ricerca internazionale”. 
In un’età in cui i capitali immateriali rappresentano le risorse più dinamiche e più attrattive di finanziamenti, investire e valorizzare la ricerca scientifica risulta cruciale per lo sviluppo di un territorio sul piano sociale, economico e culturale.

Si inizia giovedì 13 marzo con “Staminali e medicina rigenerativa”; all’incontro, che si svolgerà a partire dalle 18 presso la sala Alessi di Palazzo Marino, parteciperanno: Cristina Tajani, Beatrice Lorenzin, Lia Quartapelle, Giuseppe Testa, Paolo Rama, Giulio Cossu, Luigi Naldini, Elena Cattaneo.
L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming su Scienzainrete

Programma “Staminali e medicina rigenerativa

Palazzo Marino – Sala Alessi

Saluti:

Cristina Tajani – Assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca

Lia Quartapelle – Deputata della XVII Legislatura

Apertura lavori:

Beatrice Lorenzin – Ministro della Salute

Dai geni ai pensieri: le frontiere delle cellule staminali nello studio del cervello

 Giuseppe Testa – Istituto Europeo di Oncologia – Milano

Utilizzo delle cellule staminali nelle malattie oculari

Paolo Rama – Ospedale San Raffaele – Milano

Terapia cellulare per le distrofie muscolari

Giulio Cossu – University of Manchester

La Terapia Genica con cellule Staminali del sangue

Luigi Naldini – Ospedale San Raffaele, HSR – Tiget- Milano

Moderano:

Luca Carra (Scienzainrete – Zadig srl)

Elena Cattaneo (Università degli Studi di Milano)

 

Autori: 
Sezioni: 
Incontri
Lavorato da / tipo di lavorazione: 
autore
stato: 
bozza

altri articoli

Una galassia mostruosa

Ricostruzione pittorica della galassia COSMOS-AzTEC-1. Le osservazioni condotte con ALMA hanno permesso di riconoscere la presenza di un massiccio disco galattico già formato e di almeno due addensamenti di gas al di fuori di esso. La struttura, inoltre, è caratterizzata da uno smisurato ritmo di formazione stellare: il tasso con cui vengono prodotte le stelle in quella primordiale galassia è oltre mille volte quello che caratterizza la nostra Via Lattea. Crediti: National Astronomical Observatory of Japan

Grazie al decisivo apporto delle antenne cilene di ALMA, un team di ricercatori ha ottenuto la più dettagliata mappa di una galassia primordiale mai realizzata finora. La galassia dista 12,4 miliardi di anni luce, dunque la stiamo osservando in un’epoca in cui l’Universo non aveva neppure un miliardo e mezzo di anni. Lo studio ha messo in mostra che ci troviamo in presenza di un oggetto davvero insolito, non solo per la sua struttura, piuttosto complessa per un’epoca così primordiale, ma anche per il forsennato ritmo di produzione stellare che lo caratterizza.