Rocco De Nicola

È professore di Informatica presso la Scuola IMT Alti Studi di Lucca, direttore del Centro di Competenza in Cybersecurity Toscano (C3T) e vice-direttore del Laboratorio di Cybersecurity del CINI, il Consorzio Interuniversitario di Informatica che raggruppa più di 50 Università italiane. De Nicola ha ricevuto la laurea in Scienze dell'Informazione dall’Università di Pisa e il titolo di Ph.D. in Computer Science dall'Università di Edimburgo. Ha lavorato per Olivetti e Italtel dal 1978 al 1980, e ha svolto attività di ricerca presso l'Università di Edimburgo e l'IEI-CNR di Pisa; è inoltre stato professore ordinario all'Università di Roma "La Sapienza" e all'Università di Firenze. È autore di quasi trecento articoli scientifici su tematiche connesse ai sistemi distribuiti e alla loro sicurezza e alla specifica e verifica di loro proprietà. È fellow dell'EATCS, l'associazione europea degli informatici teorici, membro dell'Accademia Europea e socio fondatore del Gruppo 2003. È editor in chief della rivista Elsevier Journal of Logical and Algebraic Methods in Programming e associate editor di varie altre riviste internazionali.

L'uso dei bot nel dibattito sui migranti

Crediti: geralt/Pixabay. Licenza: Pixabay License

I social media sono oggi il canale privilegiato per la diffusione di informazioni e gli account automatizzati, noti anche come social bot, o semplicemente bot, contribuiscono sempre di più a questo processo. Utilizzando Twitter come punto di riferimento, abbiamo analizzato il traffico scambiato, nell'arco di un mese di osservazione, sul tema del flusso migratorio dal Nord Africa all'Italia. L’analisi evidenzia come proprio i bot giochino un ruolo importante nello scambio di contenuti significativi: nodi cosiddetti hub (cioè in prima approssimazione gli account con più connessioni uscenti) hanno tra i loro follower un alto numero di bot. Inoltre, è emerso che alcuni degli hub, ai quali può essere assegnata la stessa tendenza politica, condividono diversi bot come follower: gli hub e le loro squadre di bot si uniscono per aumentare la visibilità e l’impatto dei loro messaggi

L’impatto della cybersecurity sull’economia e la democrazia del Paese: il ruolo della ricerca scientifica

Crediti: Maxpixel. Licenza: CC0

Il capitolo del Libro Bianco dedicato alla cybersecurity, un'emergenza generata da una delle cose più complesse che l'uomo abbia mai creato: il cyberspazio, costituito da un lato dall'unione di migliaia di reti che rendono difficile anche solo avere una fotografia istantanea di chi vi è connesso, e dall’altro da stratificazione di programmi software e protocolli sviluppati negli ultimi quaranta anni.  L’uomo ne è ormai parte integrante e rappresenta la più importante e impredicibile vulnerabilità di questo macrosistema