Sara Conti

Laureata in legge presso la Facoltà di Giurisprudenza di Firenze, ha conseguito successivamente il Master in “Indicizzazione didocumenti cartacei, multimediali ed elettronici in ambiente digitale” all'Università di Tor Vergata in Roma.

Attualmente frequenta il corso di Dottorato in Ingegneria dell'Informazione, curriculum “Telecomunicazioni e sistemi telematici” – Area “Telematica e società dell'informazione”, presso l'Università degli Studi di Firenze.

Dal 2010 è abilitata ad esercitare la professione di avvocato e di mediatore professionale civile e commerciale ed ha lavorato come consulente esperto in privacy per numerose aziende pubbliche e private italiane.

Ha lavorato all'Istituto di Teoria e Tecniche dell'Informazione Giuridica (ITTIG) del CNR, prima come documentalista e, dal 2012, come tecnologo. Collabora nella redazione del database DoGi, una delle principali fonti per la ricerca on line della dottrina giuridica italiana. Ha inoltre fatto parte del team italiano scelto per l'implementazione della Banca dati internazionale FLG – Foreign Law Guide, che rappresenta uno strumento fondamentale per effettuare ricerche nell'ambito di sistemi giuridici diversi.

Dal 2014 partecipa a diversi progetti europei basati sullo sviluppo delle nuove tecnologie quale fattore che contribuisce a favorire e migliorare l'efficacia del diritto.

Inform: un modello e-learning per la formazione continua in campo giudiziario

Crediti: mohamed hassan/PxHere. Licenza: CC0

Data is the new oil in the digital era. Questa espressione definisce l'attuale quadro di mercato, caratterizzato da una società in cui i dati assumono inevitabilmente un valore fondamentale. Essi infatti alimentano l'economia digitale, rendendo ogni aspetto della vita più ricco e produttivo. Il rapido emergere di nuove tecnologie innovative e la digitalizzazione hanno permesso una crescente raccolta di dati e, soprattutto, offrono la capacità di interrogare e analizzare meglio tali dati al fine di guidare il business ed estrarre valore.