fbpx Elena Fanelli | Scienza in rete
Covid-19/

Elena Fanelli

Elena Fanelli, comunicatrice scientifica.
2008-2010 assistente di regia per l'ATAI Cross Media Company srl.
2006-2008 copywriter per Studio Atlante associati e Miulli Associati
2006-2007 autrice, conduttrice e montatrice radio per Radio [email protected]
2006 addetta stampa per la Sic-1
2004 addetta stampa per l'Ufficio Stampa della Giunta Regionale della Regione Marche

Il secolo di Turing

Nel 1936 Alan Turing, giovane fresco di laurea in matematica che lavorava come dottorando a Princeton, pubblicò l'articolo "On computable Number, with an application to the Entscheidungsproblem" dove descriveva, per la prima volta, quella che sarebbe poi stata definita come la macchina di Turing. E inventò così l'informatica.
Turing è passato alla storia come padre dell'informatica ma, andando in profondità, si scoprono tante altre possibili definizioni per quest’uomo dalla personalità complesssa: un

Mare da salvare

Lo scorso 21 aprile l'Italia ha raggiunto il “fish dependence day”. Ciò significa che abbiamo già consumato più pesce di quello che siamo in grado di produrre nell'arco di un anno e che a partire da questa data abbiamo cominciato a dipendere dalle importazioni da altri mari. Il dato è contenuto nel rapporto Fish dependence – 2012 Update, pubblicato dalla New Economics Foundation (NEF) e da Ocean2012, che analizza il problema su scala europea. Per l'Europa nel suo complesso

Issues Brief 2 - Options for Strengthening IFSD: Peer Review

Nel documento Rio 2012 Issue Brief n° 2 viene descritto il meccanismo del Peer Review che è alla base di processi decisionali condivisi che avverranno nel corso di Rio+20. Il termine, usato anche per la revisione tra pari dei lavori scientifici, è in quest’accezione un meccanismo che vuole contribuire a rendere più semplici gli accordi internazionali in un vasto range di argomenti: dalla governance economica ai diritti umani.
È  un processo costruttivo,

Einstein on the beach - quando l'arte è Darwiniana

“La durata dell'opera è di circa cinque ore e non ci sono intervalli tradizionali; il pubblico può tranquillamente entrare e uscire dalla sala...”: questo disclaimer era distribuito sabato 24 marzo 2012 all'entrata del Teatro Municipale Valli di Reggio Emilia dove sarebbe andata in scena l'unica data italiana di Einstein on the beach di Robert Wilson e Philip Glass.