Voci sulla sperimentazione animale

Read time: 2 mins

Sabato 30 novembre presso l’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri si è svolto l’incontro Io sto con la Ricerca, un atto di testimonianza e un approfondimento dei temi della sperimentazione animale in risposta alla manifestazione organizzata in contemporanea da “Animal Amnesty”.

Io sto con la Ricerca ha visto la partecipazione di 800 ricercatori provenienti da tutta Italia. Sono intervenuti al fianco di Silvio Garattini, Direttore dell’Istituto Mario Negri: Gianluca Vago, Rettore dell’Università degli Studi di Milano, Francesco Brancati, Presidente Unione Nazionale Medico Scientifica di Informazione (UNAMSI), Agnese Collino, Pro-Test Italia, Emilia Grazia De Biasi, Presidente Commissione Sanità del Senato, Sergio Ferrari, Dipartimento di Scienze della Vita - Università di Modena e Reggio Emilia, Elisabetta Dejana, Istituto Firc di Oncologia Molecolare-IFOM, Massenzio Fornasier, Presidente Sival, Pier Mannuccio Mannucci, Direttore Scientifico Fondazione Ca’ Granda Policlinico, Alberto Mantovani, Università degli Studi di Milano e Direttore Scientifico Istituto Clinico Humanitas, Mario Melazzini, Assessore alla Ricerca di Regione Lombardia e Presidente di AriSLA, Francesca Pasinelli, Direttore Generale Telethon, Pier Giuseppe Pelicci, Condirettore Scientifico Istituto Europeo di Oncologia-IEO, Giuseppe Remuzzi, Presidente Società Internazionale di Nefrologia, Anna Scavuzzo, Capogruppo Lista Civica x Pisapia Sindaco-Comune Milano, Cristina Tajani, Assessore alla Ricerca del Comune di Milano, Nadia Zaffaroni, Responsabile dell’Unità di Farmacologia Molecolare della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori. 

In contemporanea circa 200 persone hanno sfilato nel centro di Milano al grido di "assassini".

Con questo filmati, scienzainrete - che ieri ha trasmesso in diretta streaming l'importante convegno all'istituto Mario Negri - ha voluto documentare questi momenti raccogliendo le voci dei protagonisti. Significativa la risposta off-the-record di un manifestante: "Si può sempre sperimentare sugli esserei umani: Tipo Priebke. O i galeotti...".

Voci sulla sperimentazione animale
[video: https://www.youtube.com/watch?v=m_3YtrqTkrg]

 

La comunicazione in tema di sperimentazione animale
[video:http://www.youtube.com/watch?v=fPYWSJ4TgB8]

altri articoli

Fusione della neve in Groenlandia, quando i grafici inquietano

La costa sud-occidentale della Groenlandia. Crediti: NASA/JPL-Caltech. Licenza: JPL Image Use Policy

La fusione dei ghiacci in Groenlandia è stata superiore alla media: quasi metà della superficie si sta fondendo prima ancora dell'inizio dell'estate. Le temperature degli ultimi due mesi sono infatti state oltre i quattro gradi centigradi al di sopra della media del periodo 1981-2010. Nonostante questo sia stato un riscaldamento rilevante, l’estensione della fusione superficiale della neve stagionale è comparabile agli anni precedenti del periodo 2010-2018. Tuttavia non va sottovaluta: le osservazioni raccolte dalle stazioni meteo in Groenlandia indicano che negli ultimi anni, basse precipitazioni nevose combinate con il riscaldamento superficiale provocano una precoce fusione del manto nevoso stagional