Covid-19/

Rossella Petrantoni

Nata a Palermo, specialista in Medicina Interna. Attualmente è dirigente medico MCAU presso l’Ospedale G. Giglio di Cefalù. Collabora da qualche anno come autrice per il blog di medicina d’urgenza EMpills.

Un confronto fra diversi test per SARS-CoV-2

Crediti immagine: fernando zhiminaicela/Pixabay. Licenza: Pixabay License

Sono passati ormai cinque mesi da quando il SARS-CoV-2 è stato per la prima volta identificato nel dicembre 2019 in Cina. Uno degli sforzi della comunità scientifica è stato quello di identificare un test diagnostico sensibile e specifico da utilizzare sia in fase di screening nei soggetti asintomatici, sia nei pazienti sintomatici sia durante la convalescenza con lo scopo di identificare i pazienti guariti e potenzialmente immuni (1).

Figura 1. Uso dei test Covid nelle varie fasi.