Covid-19/

Luigi Pellizzoni

È professore ordinario di Sociologia dell'ambiente e del territorio presso l'Università di Pisa. I suoi interessi incrociano ecologia politica, rischio e incertezza, impatti sociali di scienza e tecnologia, movimenti, governance e partecipazione, temi su cui ha svolto numerose ricerche in Italia ed Europa. È stato fra l'altro nell'executive committee dell'European Sociologial Association (2011-2015). È anche coordinatore del gruppo di ricerca POE - Politica Ontologie Ecologie (www.poeweb.eu). Ultimo volume pubblicato: "Ontological Politics in a Disposable World: The New Mastery of Nature" (Routledge, 2016).

Covid sfida la scienza ad aprirsi alla società e alla complessità

Le ipotesi ai tempi del Coronavirus sono un capitolo affascinante e potrebbero dare origine a un’enciclopedia praticamente infinita. Danno conto di una grande vivacità intellettuale, del desiderio di molti di contribuire a trovare soluzioni per uscire dalla crisi e si alimentano su una circolazione vorticosa di informazioni. Le ipotesi emergono, vengono moltiplicate, talune rimangono sospese, altre discusse perché confermano convinzioni consolidate o le ribaltano a sorpresa, sollecitano reazioni o smuovono emozioni.