Jean Marie Lehn

Jean Marie Lehn, premio Nobel per la chimica 1987, è nato a Rosheim, in francia, nel 1939.

Si è laureato in Chimica organica all’Università di Strasburgo nel 1960. E ha conseguito il PhD ad Harvard, negli Stati Uniti, nel 1963 con Robert B. Woodward, uno dei più grandi esperti di sintesi organica del tempo. Tornato in Francia si è dedicato allo studio della chimica fisica. Nel 1968 ha sintetizzato i criptandi, ovvero speciali molecole capaci di catturare ioni e modificare così le proprie caratteristiche chimico-fisiche. Si tratta di studi che hanno accelerato la nascita della cosiddetta “chimica supramolecolare”. Per questi risultati ha ottenuto il premio Nobel,  insieme a Donald J. Cram e a Charles J. Pedersen.

Nel 1970 è diventato professore di Chimica presso l'Università Louis Pasteur di Strasburgo. Dal 1979 insegna anche Collège de France. Dal 1985 è membro dell’Accademia francese delle scienze.

La sua autobiografia redatta per il Nobel si può leggere all’indirizzo http://nobelprize.org/nobel_prizes/chemistry/laureates/1987/lehn-autobio...

Qualche riflessione in occasione dell’anno della chimica

Le scienze fisiche e chimiche hanno cambiato profondamente le condizioni di vita dell’umanità. La chimica in particolare ha avuto un ruolo fondamentale: il suo potere creativo ha reso disponibili un gran numero di materiali e processi per la trasformazione della materia: che però sono stati spesso percepiti come non naturali, in opposizione a quelli naturali. Per conseguenza, il problema del loro controllo da parte della società è divenuto sempre più attuale.