Francesca Lozito

Francesca Lozito, giornalista con la passione per la scienza e la medicina appartiene alla "scuola Bassoli" (nel senso di Romeo). Scrive di questi temi da dieci anni per testate nazionali cartacee e online. E' coautrice con Paola Binetti un libro sul caso Stamina e sullo stesso tema è stata consulente del consigliere Umberto Ambrosoli in Regione Lombardia. Dal lavoro che tra il 2007 e il 2009 ha compiuto nel mondo delle cure palliative è nata la prima traduzione italiana di un'opera di Cicely Saunders, madre delle cure palliative moderne, Vegliate con me (Edb) che ha curato con Augusto Caraceni. Ha un blog su linkiesta e vinonuovo. Il suo sito è francescalozito.com

La prevenzione per ridurre i suicidi tra gli adolescenti

Ridurre il numero dei suicidi tra gli adolescenti è possibile. Come? Attraverso la prevenzione. E' questo il dato interessante che emerge da uno studio pubblicato da The Lancet: agendo sulla promozione dei corretti stili di vita (cura della propria e altrui salute mentale, crescita della consapevolezza emotiva e senso di responsabilità verso le proprie scelte) è possibile arrivare a un dimezzamento del 50 percento delle morti tra i più giovani.

Aiuta Scienza in Rete a crescere. Il lavoro della redazione, soprattutto in questi momenti di emergenza, è enorme. Attualmente il giornale è interamente sostenuto dall'Editore Zadig, che non ricava alcun utile da questa attività, se non il piacere di fare giornalismo scientifico rigoroso, tempestivo e indipendente. Con il tuo contributo possiamo garantire un futuro a Scienza in Rete.

E' possibile inviare i contributi attraverso Paypal cliccando sul pulsante qui sopra. Questa forma di pagamento è garantita da Paypal.

Oppure attraverso bonifico bancario (IBAN: IT78X0311101614000000002939 intestato a Zadig srl - UBI SCPA - Agenzia di Milano, Piazzale Susa 2)

Ashya King, perché non si può curare nel Regno Unito?

In queste ore sui principali quotidiani on line italiani è tra le prime notizie il ritiro del mandato di arresto da parte dell’autorità britannica per i genitori di Ahsya King, il bimbo di cinque anni affetto da un tumore cerebrale inguaribile. Cosa hanno fatto i due?