Laura Fedrizzi

Laura Fedrizzi, nata a Trento nel 1978, si è laureata in Scienze Biologiche col massimo dei voti nel 2003 presso l’Università degli studi di Padova. Nel 2003 ha ricevuto un Premio di studio AISLA per lo studio delle alterazioni muscolari nella sclerosi laterale amiotrofica. Nel 2007 ha ottenuto il Dottorato di ricerca presso l’Università degli studi di Padova con una tesi sul segnale calcio nella trascrizione genica. Ha trascorso un breve periodo di collaborazione di ricerca presso il CNB-CSIC (Centro Nacional de Biotecnologia) di Madrid nel 2005. Dal gennaio 2007 è assegnista di ricerca presso l’Università degli studi di Padova. La sua ricerca si occupa delle alterazioni del segnale calcio nella genesi delle malattie neuro-degenerative (Morbo di Alzheimer, Morbo di Parkinson, Corea di Huntington). Ha collaborato all’attività editoriale dei volumi “Calcium Signalling and Disease, Subcellular Biochemistry, vol. 45” (E. Carafoli & M. Brini Eds., Springer, 2007) e “The Two Cultures: Shared Problems” (E. Carafoli, G.A. Danieli, G.O. Longo Eds., Springer, 2009). Nel 2009 ha conseguito il Master in Comunicazione delle Scienze dell’Università di Padova.

“Portare l’energia del Sole sulla Terra”

Si parla tanto di nucleare, pro e contro, favorevoli o contrari. Ma di che nucleare stiamo parlando? Quasi sempre ci riferiamo alle centrali a fissione, quelle così discusse per le scorie altamente radioattive. Raramente prendiamo in considerazione un’altra reazione, la fusione nucleare, come fonte di energia.
di LAURA FEDRIZZI

Aiuta Scienza in Rete a crescere. Il lavoro della redazione, soprattutto in questi momenti di emergenza, è enorme. Attualmente il giornale è interamente sostenuto dall'Editore Zadig, che non ricava alcun utile da questa attività, se non il piacere di fare giornalismo scientifico rigoroso, tempestivo e indipendente. Con il tuo contributo possiamo garantire un futuro a Scienza in Rete.

E' possibile inviare i contributi attraverso Paypal cliccando sul pulsante qui sopra. Questa forma di pagamento è garantita da Paypal.

Oppure attraverso bonifico bancario (IBAN: IT78X0311101614000000002939 intestato a Zadig srl - UBI SCPA - Agenzia di Milano, Piazzale Susa 2)

L'incubo della "bureau-crazy"

Che la burocrazia in Italia non sia agevole ed efficiente non è una novità, ma quando riguarda gli stranieri le cose si complicano ancora di più. E scienziati e ricercatori non fanno eccezione. L’ingresso in Italia è ovviamente il primo problema da affrontare, ma le difficoltà spesso si rivelano così grandi da scoraggiare i ricercatori nella scelta del nostro Paese come sede in cui svolgere il loro lavoro. di LAURA FEDRIZZI

Aiuta Scienza in Rete a crescere. Il lavoro della redazione, soprattutto in questi momenti di emergenza, è enorme. Attualmente il giornale è interamente sostenuto dall'Editore Zadig, che non ricava alcun utile da questa attività, se non il piacere di fare giornalismo scientifico rigoroso, tempestivo e indipendente. Con il tuo contributo possiamo garantire un futuro a Scienza in Rete.

E' possibile inviare i contributi attraverso Paypal cliccando sul pulsante qui sopra. Questa forma di pagamento è garantita da Paypal.

Oppure attraverso bonifico bancario (IBAN: IT78X0311101614000000002939 intestato a Zadig srl - UBI SCPA - Agenzia di Milano, Piazzale Susa 2)

Le due culture

La copertina del libro

The Two Cultures: Shared Problems
Carafoli, Ernesto; Danieli, Gian Antonio; Longo, Giuseppe O. (Eds.)
2009, XIV, 324 p. 115 illus. 67 euro.

"Non si può comprendere il mondo senza suonare il piano" diceva il grande fisico Wolfgang Pauli.