Francesca Busetti

Laureata in Medicina e Chirurgia e specializzanda in Geriatria presso l’Università di Padova. Ho conseguito un master in Comunicazione della Scienza presso la SISSA di Trieste nel 2015 con una tesi inerente le modalità di comunicazione utilizzate dalle ULSS della Regione Veneto in ambito vaccinale. Appassionata di Storia e di storie umane, accanto alla comunicazione in ambito medico-scientifico coltivo l’ambizione di raccontare il passato tramite gli occhi di chi l’ha vissuto.

Luce nel cervello

Una sonda riesce a esplorare le aree più nascoste del cervello. Credit: Istituto Italiano di Tecnologia (IIT).

Un nuovo strumento per analizzare, grazie a stimoli luminosi, aree più ampie e profonde del cervello al fine di comprendere meglio le basi fisiopatologiche di alcune malattie: questo il risultato pubblicato su Nature Neuroscience lo scorso 19 giugno, frutto di un lavoro di ricerca condotto dall’IIT di Lecce in collaborazione con la Harvard Medical School di Boston.

Mesentere, organo fake?

A novembre del 2016 uno studio, pubblicato su The Lancet Gastroenterology & Hepatology da parte di Calvin Coffey e Peter O’Leary dell’Università di Limerick, ha sollevato l’ipotesi che all’interno della cavità addominale esista un altro organo che non era mai stato classificato come tale: si tratta del mesentere, una piega del peritoneo che, partendo dalla parete addominale posteriore, si connette all’intestino.