Giulia Bona

Laureata in Sociologia presso l’Università degli studi di Milano – Bicocca e laureata con lode in “Scienze Cognitive e Processi Decisionali” presso l’Università Statale degli Studi di Milano, è ora iscritta al Master di “Giornalismo e Comunicazione Istituzionale della Scienza” presso l’Università degli studi di Ferrara. Scettica da sempre, è appassionata di neuroscienze, astronomia, teatro e fumetti.

Walter Quattrociocchi: come ti prevedo le fake news

Paul Klee, Vor dem Blitz, 1923, acquerello e matita su carta, 28 x 31,5 cm. Fondation Beyeler, Riehen/Basel, Sammlung Beyeler. Foto: Peter Schibli.

Nel 2017 il Collins Dictionary nomina “Fake news” la parola dell’anno, a fronte di una presenza sui media aumentata del 365% rispetto all’anno precedente. I tentativi per arginare il fenomeno sono molti. Ma se fosse possibile prevenirlo?