Covid-19/

Luigi Agnati

Luigi Agnati, è fisiologo e neurobiologo. Dopo il conseguimento delle lauree in Medicina e in Farmacia e varie altre specializzazioni, ha ottenuto a Bologna il suo primo incarico di docente di Fisiologia umana nel 1969, a soli 29 anni. Dal 1982 è professore ordinario all'Università di Modena e dal 1993 professore aggiunto al Karolinska Institute di Stoccolma. Fa parte del comitato scientifico dell'Irccs del Lido di Venezia, collaborando agli studi sulla riabilitazione motoria e sul dolore cronico derivato da traumi e amputazioni. Ha al suo attivo centinaia di articoli e pubblicazioni scientifiche nel campo della neurobiologia. Si interessa in particolare della comprensione dei processi cognitivi, anche nell'età matura e la senescenza, del rapporto tra arte, scienza ed economia nel progresso delle neuroscienze, e delle implicazioni etiche di tale processo.

La biochimica della monogamia

Gli studi sui meccanismi molecolari che stanno alla base dell’instaurarsi del legame di coppia hanno origine lontana, ma gli studi pionieristici di Thomas Insel (Insel e Young 2001; Young e Wang 2004) hanno avuto un forte impatto dimostrando il coinvolgimento in questo processo dei recettori per l’ossitocina.