Università, il lavoro c'è per medici e dentisti. E per gli altri paghe da fame