La ricerca prova il cambio di marcia