Istituita la Commissione genomi italiani

Read time: 1 min

Con decreto del 14 marzo, il Ministero della salute ha istituito la Commissione nazionale genomi italiani, che avrà il compito di “adottare gli atti e i provvedimenti concernenti l’utilizzazione del fondo Progetto genomi Italia”, nonché la sua progettazione. 

La commissione - di durata triennale - individuerà il soggetto o i soggetti, pubblici o privati, che dovranno cofinanziare il progetto. 

La commissione è composta da Walter Ricciardi, presidente dell’ISS; Maurizio Borgo, capo ufficio legislativo del Ministero della salute; Giovanni Leonardi, direttore generale della ricerca e innovazione del Ministero della salute; Senatrice Elena Cattaneo; Giuseppe Novelli, Rettore dell’Università degli studi di Roma Tor Vergata.

Fonte: sito Ministero della salute http://www.trovanorme.salute.gov.it/norme/renderNormsanPdf?anno=0&codLeg=54459&parte=1%20&serie=

 

Autori: 
Sezioni: 
Politica ricerca
Lavorato da / tipo di lavorazione: 
autore
stato: 
pronto

altri articoli

Banca del DNA: ecco come funziona

In ritardo rispetto agli altri paesi ma ce l'abbiamo fatta: dall'8 novembre 2016 anche l'Italia si è dotata di una banca del DNA, come stabilito nel lontano 2005 con il Trattato di Prüm, sottoscritto da Belgio, Germania, Spagna, Francia, Lussemburgo, Paesi Bassi e Austria - e dall'Italia nel 2009 - con lo scopo di contrastare il terrorismo, la criminalità transfrontaliera e la migrazione illegale. Un trattato che prevedeva fra le altre cose anche l'istituzione di una Banca Dati Nazionale del DNA in seno alle forze di Polizia e di un Laboratorio centrale.