Covid-19/

Chris Tyler

Il dottor Chris Tyler è Direttore per la Ricerca e le Politiche Pubbliche presso il Department of Science, Technology, Engineering and Public Policy dell'University College London (UCL STEaPP), dove dirige i programmi di impatto sulle politiche pubbliche di STEaPP ed esplora il modo in cui i decisori politici utilizzano le prove scientifiche. Prima di entrare a far parte di STEaPP, Chris ha trascorso cinque anni come Direttore dell'Ufficio Parlamentare della Scienza e della Tecnologia (POST) del Regno Unito e prima ancora è stato il primo Direttore Esecutivo del Centro per la Scienza e la Politica (CSaP) dell'Università di Cambridge.
Chris Tyler ha una laurea in antropologia dell'Università di Durham e un dottorato di ricerca in antropologia biologica dell'Università di Cambridge. Siede nel Board of the Campaign for Social Science e nel Consiglio del Royal Anthropological Institute.

Ripensare la consulenza scientifica in un futuro post-COVID-19

Dopo la crisi Covid-19, la consulenza scientifica deve assolutamente aggiornarsi. Paesi con uffici di consulenza scientifica solidi come il Regno Unito hanno hanno reagito spesso peggio di altri Paesi, come la Corea del Sud, praticamente quasi sprovvisti di tali organi. Secondo gli autori, la consulenza scientifica deve basarsi su una scienza più diversificata (scienze sociali, ingegneristiche, ...) e su una consulenza, appunto, più moderna. In altre parole, serve una figura di consulente scientifico più multidisciplinare.

Immagine: Westminster; licenza: Pixabay License.

Questo articolo sulla consulenza scientifica è stato originariamente commissionato e pubblicato dalla Campagna per le Scienze Sociali del Regno Unito nell'ambito del programma COVID-19 (Campaign for Social Science as part of its COVID-19 programme) Traduzione: Jacopo Mengarelli. Supervisione: Alessandro Allegra.