Alessandra Davini

Nata nel 1961 a Milano, dove si è laureata in Scienze Naturali, è  divulgatrice e traduttrice di testi zoologici. Dal 1984 collabora con il Museo Civico di Storia Naturale, sezione didattica e sezione vertebrati, in particolare col professor Luigi Cagnolaro, già curatore e successivamente direttore. Ha anche collaborato, tra il 1989 e il 1995, con l'Acquario Civico nella didascalizzazione delle esposizioni e mostre temporanee e cura delle vasche degli anfibi; dal 1995 al 2008 è stata collaboratrice di CT2, azienda di servizi informatici e di generazione di contenuti per le commesse di tipo naturalistico (fra i principali clienti: Parco del Monte Barro, Parco delle Orobie Valtellinesi, Museo Civico di Storia Naturale di Morbegno). Dal 2008 lavora a Milano con Italia Nostra nella cura del verde e della natura di Boscoincittà e di altre aree affidate all'associazione

La dura vita degli anfibi milanesi

Crediti: Pixabay/Pexels. Licenza: CC0 License

La “doppia vita” degli anfibi (amphì doppio, bios vita) ha un’origine antichissima: fra i vertebrati, sono il gruppo che circa 350 milioni di anni fa mise il primo “piede” (in realtà si trattava di un elemento riconducibile a una pinna modificata) fuori dall’acqua iniziando la colonizzazione della terraferma. Gli anfibi però rimasero vincolati a entrambi gli ambienti.