fbpx Gemma Calamandrei | Scienza in rete
Covid-19/

Gemma Calamandrei

Si laurea in Scienze Biologiche presso l’Università di Roma “La Sapienza” nel 1984, con una tesi in Psicobiologia.
Dal 1989 al 1991 è Visiting Fellow presso l’Università di Cambridge (U.K), dove svolge attività di ricerca sulle basi neurobiologiche del comportamento materno. E' attualmente Primo Ricercatore dell’Istituto Superiore di Sanità, dove dirige dal 2006 il reparto di Neurotossicologia e Neuroendocrinologia nel Dipartimento di Biologia cellulare e Neuroscienze. Il suo principale interesse di ricerca è la psicobiologia dello sviluppo, e in particolare le influenze dell’ambiente sull’organizzazione precoce del sistema nervoso e del comportamento. L'attività di ricerca nel Reparto da lei diretto è focalizzata sull'eziopatogenesi dei disturbi del neurosviluppo umano quali l'autismo, attraverso modelli sperimentali e studi clinici ed epidemiologici condotti a livello nazionale ed europeo. Quale esperta di neurotossicologia comportamentale ha partecipato e partecipa a gruppi di lavoro OECD ed EFSA per la valutazione della neurotossicità di agenti chimici per la salute umana.