fbpx Luigi Bisanti | Scienza in rete
Covid-19/

Luigi Bisanti

Medico, specialista in Igiene, Medicina del lavoro e Statistica medica. Ha studiato l’epidemiologia alla London School of Hygiene and Tropical Medicine e lavorato come epidemiologo presso la Regione Lombardia, l’Istituto superiore di sanità e la ASL di Milano. Il suo primo interesse è stato per l’epidemiologia ambientale, poi per gli screening oncologici e la registrazione dei tumori. Ha fatto parte di numerose commissioni regionali e nazionali e di alcuni comitati etici. È stato Presidente dell’Associazione italiana di epidemiologia e, da quando è in pensione, segue più da vicino i lavori di Epidemiologia & Prevenzione, come componente della direzione scientifica.

Spediamo a Draghi la lettera di Vannevar Bush per rilanciare la ricerca

Nel suo discorso programmatico al Senato, Mario Draghi ha fatto riferimento alla necessità di un adeguato finanziamento della ricerca scientifica - «non escludendo quella di base» - per la rinascita del Paese. Un riferimento che richiama alla mente il documento redatto da Vannevar Bush e indirizzato al presidente degli Stati Uniti Franklin D. Roosevelt nel 1945 (Science - The endless frontier), con cui lo scienzato perorava un massiccio investimento da parte dello Stato nella ricerca, come «leva dello sviluppo economico, sanitario e militare delle nazioni». Nell'articolo, l'epidemiologo Luigi Bisanti ricorda la sintesi della proposta di Vannevar Bush fatta da Pietro Greco, che nell'introduzione al libro analizzava anche le ragioni per cui in Italia la ricerca scientifica non ha mai avuto il giusto riievo politico. Ma quello che non è successo in passato potrebbe succedere adesso, con Next Generation EU e il governo Draghi?

Nella foto, il dottor Vannevar Bush in laboratorio (AP).

Caro Presidente,