Antonella Ghignoli

Antonella Ghignoli (Pontedera, Pisa, 14 maggio 1963) è dal 2011 Ricercatore a tempo indeterminato di Paleografia presso Sapienza Università di Roma dopo aver rivestito lo stesso ruolo nelle Università della Tuscia di Viterbo (2001–2006) e di Firenze (2006-2011). Dal 2013 è in possesso dell'Abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di Professore Ordinario. Ha studiato nelle Università di Pisa (laurea in Storia, cum laude, con una tesi in Paleografia e Diplomatica), di Firenze (Dottorato di Ricerca in Storia medievale) e, grazie a Research Fellowships, presso la Universität Leipzig e l'École française de Rome.

È membro del Consiglio Scientifico dell'Istituto storico italiano per il medioevo, Deputato della Deputazione di Storia Patria per la Toscana, membro del Centro Interuniversitario per la Storia e l'Archeologia dell'Alto Medioevo (SAAME), della Association Paléographique Internationale. Culture Écriture Société (APICES) e della Associazione Italiana dei Paleografi e Diplomatisti (AIPD). Ha pubblicato 8 monografie e una novantina di saggi in svariati ambiti di ricerca della sua disciplina (scritture documentarie altomedievali, scritture delle elites medioevali europee, documentazione della civiltà comunale italiana, libri e biblioteche di umanisti, metodologie della ricerca paleografica e diplomatistica e questioni di ecdotica). Nel 2018 ha vinto un ERC Advanced Grant con il progetto NOTAE (ERC-ADG-2017 N° 786572): NOT A writtEn word but graphic symbols. NOTAE: An evidence-based reconstruction of another written world in pragmatic literacy from Late Antiquity to early medieval Europe.

Una banca dati per le emoticon dell'antichità

Pisa, anno 730 (gennaio), contratto di vendita su pergamena: simbolo grafico elementare (croce greca) tracciato da un venditore analfabeta longobardo, il chierico Candidus, nella sottoscrizione scritta a suo nome dal notaio Ansolf. Credit: A. Ghignoli.

Videointervista a cura di Giuseppe Nucera.