fbpx Lorenzo Brunetti | Scienza in rete
Covid-19/

Lorenzo Brunetti

Sin da quando studiavo medicina presso l’Università “Federico II” di Napoli sognavo di diventare un medico ricercatore nel campo dell’ematologia traslazionale. Per questo motivo, dopo aver conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia nel 2008, ho deciso di spostarmi a Perugia per frequentare la Scuola di Specializzazione in Ematologia. I successi del trapianto di midollo da donatore incompatibile e le rivoluzionarie scoperte nel campo della genomica della leucemia mieloide acuta che hanno caratterizzato la Scuola Ematologica Perugina hanno reso il mio percorso di formazione professionale estremamente stimolante. Negli ultimi anni di specializzazione, insieme al mio mentore, il Prof. Brunangelo Falini, ho partecipato alla progettazione e alla conduzione di uno studio in pazienti con leucemia acuta mieloide i cui risultati preliminari sono stati pubblicati sulla rivista New England Journal of Medicine. È stata la mia prima esperienza di successo nel campo della ricerca che mi ha fortemente incoraggiato ad andare avanti. 
Dopo avere concluso la specializzazione nel 2014, ho deciso di prendere una pausa dall’ attività clinica per dedicarmi alla ricerca in laboratorio. Nel novembre dello stesso anno, ho iniziato il programma di dottorato di ricerca presso l’Università di Perugia. Durante lo svolgimento del dottorato, nel 2015 mi sono spostato presso il Baylor College of Medicine di Houston, nel laboratorio della Prof. Margaret Goodell. La mia esperienza all’estero ha avuto un forte impatto sulla mia crescita come scienziato nel campo dell’ematologia traslazionale, come dimostrato anche dal buon numero di pubblicazioni in importanti riviste scientifiche. 
Nel 2018, sono stato assunto dall’Università degli Studi di Perugia come Ricercatore a tempo determinato dove svolgo attività di ricerca sulla leucemia acuta mieloide e attività clinica come responsabile dell’ambulatorio leucemie acute. 

Ha vinto il Premio giovani ricercatori edizione 2020 categoria Oncologia.