Silvia Camporesi

Silvia Camporesi: 12/03/1982

Nel 2006 consegue la laurea specialistica in Biotecnologie Mediche presso l'Università di Bologna. Attualmente è studentessa del corso di dottorato in "Foundations of Life Sciences and their Ethical Consequences" diretto da Giovanni Bonoiolo presso la Scuola Europea di Medicina Molecolare e Università di Milano. La sua ricerca di dottorato è nel campo dell'Etica Medica. Queste le sue principali pubblicazioni in diverse riviste internazionali:

  1. Camporesi S, Choosing deafness with pre-implantation genetic diagnosis: an ethical way to carry on a cultural bloodline? Cambridge Quarterly of Healthcare Ethics, forthcoming (January 2010).
  2. Camporesi S, Phase 0 workshop at the 20th EORTC-NCI-AACR symposium, Geneva, ecancermedicalscience 2008, 2(107), DOI: 10.3332/ecancer.2008.107
  3. Camporesi S and Boniolo G, Fearing a non existing Minotaur? The ethical challenges of research on cytoplasmic hybrid embryos, J Med Ethics, 2008:34: 821 - 825.
  4. Camporesi S and Bortolotti L, Reproductive cloning in humans and therapeutic cloning in primates: Is the ethical debate catching up with the recent scientific advances? J Med Ethics, 2008 Sep;34(9):e15
  5. Camporesi S, Oscar Pistorius, enhancement and post-humans, J Med Ethics 2008;34(9): 639.
  6. Camporesi S, The FDA decision to shelve the Helsinki Declaration: Ethical considerations. ecancermedicalscience 2008, DOI: 10.3332/eCMS.2008.LTR76
  7. Camporesi S, The context of embryonic development and its ethical relevance. Biotechnol J 2007 Sep;2(9):1147-53

Studi clinici in "fase zero"

Si chiamano "fase 0" e sono un nuovo tipo di studi clinici sui farmaci antitimurali. Sono studi preliminari sull'uomo che si basano sulla somministrazione di microdosi di farmaco (di agente antineoplastico) a un gruppo limitato di persone per un tempo limitato, inferiore alla settimana. L'obiettivo è solo verificare se l'attività molecolare manifestata in vitro o su modelli animali si conferma sull'uomo. Promettono meno "fraintendimenti terapeutici" e meno problemi etici perchè... di SILVIA CAMPORESI
  •