fbpx Alberta Pinnola | Scienza in rete
Covid-19/

Alberta Pinnola

Mi sono laureata in Biologia con lode presso l’Università della Calabria nel 2008. Il mio interesse nel campo della Biologia delle piante è iniziato nel periodo in cui stavo svolgendo il dottorato in Neurobiologia presso l’Università di Verona: poco dopo ho avuto modo di visitare e collaborare con il dipartimento di Biotecnologie Vegetali di Verona e, alla fine, mi sono appassionata alla Biologia Molecolare delle piante; ho rinunciato al dottorato in Neurobiologia e mi sono candidata al programma di dottorato in Biologia Vegetale. Nonostante il nuovo background, la passione, la determinazione e l’attitudine all’attività di laboratorio mi hanno permesso di procedere rapidamente e in sicurezza attraverso la Fisiologia e la Biologia Molecolare delle piante. 
Ho cominciato con lo studiare il muschio Physcomitrella patens, l'unico eucariote fotosintetico capace di fare ricombinazione omologa: ho sviluppato nuove competenze quali la produzione di genotipi attraverso genetica inversa riguardanti lo studio dei meccanismi di fotoprotezione. Ciò ha portato alla produzione di una serie di pubblicazioni (Plant Cell Environment, 2012; The Plant Cell, 2013; The Plant Cell, 2015). Come post-doc il focus della mia ricerca è rimasta sugli aspetti fondamentali della funzione della proteina LHCSR. Ho intrapreso studi di espressione eterologa con la produzione di LHCSR “taggato” nel tabacco e la purificazione mediante cromatografia di affinità (J. Biol. Chem. 2015) che ha portato alla delucidazione delle proprietà spettroscopiche e alla base fondamentale dell'attività fotoprotettiva della proteina LHCSR (Biochim. Biophys. Acta, 2016; Scientific Reports, 2017; Nature Chemistry, 2017; Chem, 2019). Ho approfondito anche il ruolo di altre proteine quali LHCB9 e LHCII nella fotoprotezione (Nature Plant, 2018; Nature Communications, 2020; Bioch Biophys Acta, 2020). Ho avuto ed ho modo di collaborare con altri ottimi scienziati di tutto il mondo. 
Oltre al lavoro di “bancone”, ho partecipato e presentato i miei lavori a diverse conferenze internazionali quali Gordon Research Seminar, International Conference of Photobiology, Plant Biology Europe e altri. L’anno scorso ho avuto la bellissima occasione di organizzare il Congresso Internazionale “Biophysics of Photosynthesis: from molecules to the field” presso l’Accademia dei Lincei a Roma. Ho scritto delle review e qualche capitolo di libro: uno di questi è stato un capitolo per studenti Universitari. Da circa un anno ho vinto la posizione come Ricercatore in Fisiologia Vegetale all’Università di Pavia: mi sto dedicando a tempo pieno all’organizzazione del mio nuovo laboratorio, nel cercare fondi e all’attività di insegnamento con la stessa passione ed entusiasmo con i quali ho cominciato. 

Ha vinto il Premio giovani ricercatori edizione 2020 categoria Agricoltura.

Dai muschi del passato le piante del futuro

 --

Alberta Pinnola ha vinto il Premio giovani ricercatori edizione 2020 categoria Agricoltura per il paper:  "A LHCB9-dependent photosystem I megacomplex induced under low light in Physcomitrella patens" pubblicato su Nature Plants 2018.

Motivazione: La Commissione ritiene che lo studio, eccellente da un punto di vista di originalità  e valore scientifico, ben risponda ad alcune delle domande a cui la ricerca attuale deve rispondere per affrontare il dil