Agostino Petrillo

Agostino Petrillo, architetto e filosofo, professore associato al Politecnico di Milano, PhD in Sociologia. È direttore del corso di perfezionamento in Cooperazione Internazionale allo Sviluppo, membro del collegio di dottorato internazionale URBEUR. Collabora a riviste specializzate – “Sociologia urbana e rurale”, “Mondi Migranti”, “Filosofia Politica”, “Territorio”, “Archivio di Studi Urbani e Regionali” – e al quotidiano il manifesto. Traduce articoli e saggi di numerosi studiosi tra cui Foucault, Maffesoli, Mike Davis, Loic Wacquant. Tra le sue pubblicazioni: La città perduta. Eclissi della dimensione urbana nel mondo contemporaneo (Dedalo 2000), (con S. Mezzadra), I Confini della globalizzazione. Lavoro Culture Cittadinanza (Manifestolibri 2000); Max Weber e la sociologia della città (Franco Angeli, 2001); Voce “Megalopoli” (Enciclopedia Treccani 2004); Città in rivolta. Los Angeles, Buenos Aires, Genova (Ombrecorte 2004); Villaggi città megalopoli (Carocci 2006); Nomadismo. Il futuro dei territori (Con C. Blasi e G. Padovano) (Maggioli 2012); Peripherein: pensare diversamente la periferia (Franco Angeli 2013 e 2016 2a ed).

Manuel Castells, un intellettuale al ministero dell’università

Manuel Castells, direttore della cattedra Wallis Annenberg all’Università of Southern California, è stato nominato ministro delle università nel nuovo governo spagnolo. Fra i maggiori studiosi al mondo di come la tecnologia dell'informazione e dei media influisce sulla società, Castells è autore di oltre 30 libri, tra cui la trilogia "La società dell'informazione". Tra i molti riconoscimenti, ha ricevuto il Premio Holberg 2012 dalla Norvegia, che lo ha elogiato per aver definito "la nostra comprensione delle dinamiche politiche delle economie urbane e globali nella società della rete". Dedichiamo a Castells un ritratto intellettuale curato dal suo studioso italiano Agostino Petrillo.

Nel nuovo governo spagnolo c’è una presenza che salta all’occhio: quella del grande sociologo Manuel Castells ministro dell’Università. La coalizione Socialisti-Podemos ha infatti deciso di istituire tre ministeri rispettivamente per istruzione, università e ricerca. Ma chi è Manuel Castells, noto in Italia più per i suoi libri che per il suo impegno politico?