fbpx Ambiente e comunità. Incontri sul verde a Milano | Scienza in rete

Greenweek Milano 2023. Ambiente e comunità: incontri sul verde a Milano

Tempo di lettura: 3 mins
--

Dal 26 settembre al 1° ottobre torna a Milano la Green Week, per rilanciare ecologia e verde urbano come strumenti per il benessere e la resilienza della città. Le molte iniziative verdi coinvolgono tutti i soggetti impegnati nella salvaguardia dell'ambiente, del verde e della biodiversità: un modo per affermare l'importanza del verde di prossimità, dei giardini e dei viali alberati, delle piazze intese come luoghi di aggregazione, della condivisione degli spazi.

Il 27-28 diretta streaming su Scienza in rete gli eventi in programma al Museo di Storia naturale di Milano.

27 settembre

9.30 - Saluti istituzionali
Chiara Fabi (Museo di Storia Naturale di Milano)

10.00 - Da via Senato ai bastioni: progetto di verde pubblico
Alberto Guzzi (già Comandante Provinciale CFS)

10.30 - I giardini di Porta Venezia dal 1880 a oggi
Filippo Pizzoni (Orticola di Lombardia)

11.00 - L'affascinante richiamo dei fiori nei Giardini Montanelli e Belgioioso
Gabriele Galasso (Museo di Storia Naturale di Milano)

11.45 Gli alberi dei Giardini Montanelli
Silvestro Acampora (Comune di Milano, Direzione Verde e Ambiente)

12.15 - La Basilica di San Dionigi. Novità dagli scavi archeologici nel Parco Indro Montanelli
Antonella Ranaldi (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato)
Anna Maria Fedeli, Tommaso Quirino (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Milano)
Giuliana Cuomo (Cooperativa Archeologia)

14.00 - Gli animali intorno al Museo di storia naturale di Milano
Giorgio Bardelli (Museo di Storia Naturale di Milano)

14.30- Progetto habitat trees ai Giardini Montanelli: studio e conservazione della biodiversità
Emilio Padoa Schioppa, Claudia Canedoli (Università di Milano Bicocca)

15.00 - I parchi cittadini, custodi della biodiversità
Assessora Elena Grandi

15.30- La citizen science e lo studio della biodiversità urbana: l'esperienza del progetto guardami
Marina Nova (Liceo Artistico di Brera)

 

28 settembre

9.00 - Saluti istituzionali
Chiara Fabi (Museo di storia naturale), Tommaso Sacchi (Comune di Milano)

9.30 - BAM come un modello nazionale per la cura di uno spazio verde pubblico: luogo di biodiversità, cultura, comunità e benessere dei cittadini
Francesca Colombo (Biblioteca degli Alberi)

10.00 - L'orto botanico di Brera: giardino storico, museo e istituzione scientifica
Antonella Testa (Orto Botanico di Brera)

10.30 - Orticola di Lombardia: una associazione per Milano
Filippo Pizzoni (Orticola di Lombardia)

11.15 - Museo botanico “Aurelia Josz”: un osservatorio e laboratorio in evoluzione
Donatella Stergar (Comune di Milano. Direzione Verde e Ambiente)

11.35 - Comunemente verde: un mondo di piante in città
Beatrice Marchesini (Comune di Milano. Direzione Verde e Ambiente)

11.55 - Progetto Area Porto di mare
Luisa Toeschi, Gianluca Vargiu (Italia nostra. Sezione Lombardia) e filmato "Un parco a Porto di mare"

14.00 - Il verde naturale in ambito urbano: un’opportunità per la biodiversità e la qualità della vita
Galasso (Museo di Storia Naturale di Milano)

14.30 - Esempi di parchi agricoli urbani a milano: i casi del Parco delle cave e del Parco del Ticinello
Cesare Salvetat (Comune di Milano. Direzione Verde e Ambiente)

15.00 - La goccia. Che suono ha la bonifica?
Gianluca Rapaccini, Lorenzo Fassi (Terrapreta)

15.30 - La piazza d'armi, un'avventura meravigliosa
Licia Martelli (Le giardiniere)

16.00 - Monte Stella, resilienza e biodiversità
Andrea Curcio (Ambiente Acqua)


Scienza in rete è un giornale senza pubblicità e aperto a tutti per garantire l’indipendenza dell’informazione e il diritto universale alla cittadinanza scientifica. Contribuisci a dar voce alla ricerca sostenendo Scienza in rete. In questo modo, potrai entrare a far parte della nostra comunità e condividere il nostro percorso. Clicca sul pulsante e scegli liberamente quanto donare! Anche una piccola somma è importante. Se vuoi fare una donazione ricorrente, ci consenti di programmare meglio il nostro lavoro e resti comunque libero di interromperla quando credi.


prossimo articolo

Il robot umanoide non è umano: intervista a Giulio Sandini

Giulio Sandini, direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervello dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, sorride accanto al robot antropomorfo iCub

Giulio Sandini, direttore del dipartimento di Robotica, Scienze Cognitive e del Cervello dell’Istituto Italiano di Tecnologia, tra i relatori al convegno sull’Intelligenza Artificiale al Museo Scienza e Tecnologia di Milano di martedì 27 febbraio, ci spiega sfide, promesse e limiti della tecnologia robotica, aiutandoci a comprendere le profonde differenze tra l’intelligenza di un robot e l’intelligenza umana. Nella foto, Giulio Sandini accanto al celebre robot antropomorfo iCub.

Quando si pensa ai robot, spesso nell’immaginario collettivo li si dipinge come umanoidi, dotati di un notevole grado di autonomia, pronti a mettersi al servizio dell’essere umano, quando non a prenderne il posto o addirittura, se la fantasia prende un segno negativo, a ribellarsi e spodestarlo.

Siamo piuttosto lontani dalla realtà.