Progetto europeo INNOVAR: aperti i bandi per nuove posizioni

Tempo di lettura: 2 mins

Il progetto europeo InnoVar, avviato il 16 ottobre 2019, durerà 4,5 anni. L'aggiornamento dei test sulle varietà in Europa aiuterà a identificare le piante in grado di sopravvivere a condizioni climatiche estreme.

Il progetto europeo InnoVar, avviato il 16 ottobre 2019, durerà 4,5 anni. L'aggiornamento dei test sulle varietà in Europa aiuterà a identificare le piante in grado di sopravvivere a condizioni climatiche estreme.

Il meeting di avvio del progetto InnoVar si è svolto a Belfast, Irlanda del Nord, lo scorso ottobre, ospitato dai coordinatori del progetto AFBI, di cui il CREA, con il suo Centro di Difesa e Certificazione, è partner. InnoVar mira a potenziare e migliorare l’efficienza e la precisione delle prove condotte in Europa per registrare nuove varietà vegetali al Catalogo europeo e dei processi decisionali, utilizzando un approccio integrato che incorpora genomica, fenomica analisi del fenotipo delle piante) e “machine learning”. I dati storici costituiranno il database che si amplierà con i nuovi dati armonizzati ottenuti da una serie di prove sparse in tutta Europa.

Il progetto si concentra inizialmente sul frumento per poi utilizzare l’approccio InnoVar ad altre colture. InnoVar è un progetto di 4,5 anni finanziato nell'ambito della chiamata Horizon 32020 SFS-29- 2018. Il consorzio del progetto comprende 21 partner da tutta Europa. I risultati e gli impatti del progetto includono:

  • sostenere l'introduzione di nuove varietà che sono “adatte allo scopo”, offrendo rese stabili e più elevate;
  • contribuire nella scelta di nuovi caratteri da valutare nella pianta che rispondano alle nuove sfide e richieste nei settori convenzionale e biologico;
  • aumentare il ritorno economico degli agricoltori;
  • sviluppare disegni sperimentali, metodi e strumenti per migliorare la performance delle prove di valutazione di nuove varietà per il loro profilo di sostenibilità;
  • sostenere le attività della rete di uffici d'esame delle varietà vegetali europee e nazionali;
  • aumentare le informazioni e raccomandazioni disponibili agli agricoltori relative alla performance delle varietà.

Bandi

 

Per informazioni relative al progetto InnoVar si prega di contattare:
Coordinatrice del progetto in Italia CREA DC: Anna Giulini ([email protected])

 

altri articoli

Il posto della scienza nel buon governo

Il documento “Understanding our political nature”, firmato dai ricercatori del Centro Comune di Ricerca della Commissione europea, cerca di capire come “porre la ragione e la conoscenza nel cuore delle decisioni politiche”. Dove stiamo sbagliando nell'annoso rapporto tra scienza e politica?
Nell'immagine: Ambrogio Lorenzetti, "Allegoria del buono e del cattivo governo", Palazzo Pubblico, Siena (1337-1339).

Dove stiamo sbagliando? Sembra essere questa la tacita domanda che si sono posti i ricercatori del Centro Comune di Ricerca della Commissione europea nel documento Understanding our political nature.