fbpx Premio giovani ricercatori edizione 2020 | Scienza in rete
Covid-19/

Premio giovani ricercatori edizione 2020

Dai muschi del passato le piante del futuro

 --

Alberta Pinnola ha vinto il Premio giovani ricercatori edizione 2020 categoria Agricoltura per il paper:  "A LHCB9-dependent photosystem I megacomplex induced under low light in Physcomitrella patens" pubblicato su Nature Plants 2018.

Motivazione: La Commissione ritiene che lo studio, eccellente da un punto di vista di originalità  e valore scientifico, ben risponda ad alcune delle domande a cui la ricerca attuale deve rispondere per affrontare il dil

Pasta simbionte dagli effetti anti-infiammatori

 --

Donato Angelino ha vinto il Premio giovani ricercatori edizione 2020 categoria Alimenti e nutrizione per il paper: "Glucose- and Lipid-Related Biomarkers Are Affected in Healthy Obese or Hyperglycemic Adults Consuming a Whole-Grain Pasta Enriched in Prebiotics and Probiotics: A 12-Week Randomized Controlled Trial", pubblicato su The Journal of Nutrition 2019.

Motivazione: Lavoro innovativo ed originale, primo studio nell'uomo ad utilizzare simbionti in u

Il ruolo delle aree protette nella conservazione della biodiversità

 --

Moreno Di Marco ha vinto il Premio giovani ricercatori edizione 2020 categoria Ambiente per il paper: "Wilderness areas halve the extinction risk of terrestrial biodiversity”, pubblicato sulla rivista Nature nel 2019.

Motivazione: L'attuale tasso di estinzione di specie viventi non ha precedenti nella storia recente e si avvicina pericolosamente a quello stimato in periodi noti come fasi di estinzione di massa.

La formazione dei buchi neri di massa intermedia

 --

Mario Spera ha vinto il Premio giovani ricercatori edizione 2020 categoria Premio giovani ricercatori edizione 2020 per il paper:  "Merging black hole binaries with the SEVN code", pubblicato su Monthly Notices of the Royal Astronomical Society nel 2019.

Motivazione: La commissione assegna il premio a Mario Spera per un importante lavoro mirato alla comprensione dei canali di formazione dei buchi neri con massa intermedia, pari a circa 100 volte la massa del sole.

Genesi dei tumori: geni e microambiente della cellula

 --

Anna Citron e Tito Panciera hanno vinto il Premio giovani ricercatori edizione 2020 categoria Biomedicina e farmaci per il paper: "Reprogramming normal cells into tumour precursors requires ECM stiffness and oncogene-mediated changes of cell mechanical properties", pubblicato su Nature Materials nel 2020. 

Motivazione: Il lavoro affronta un aspetto innovativo della genesi dei tumori, l’interazione tra eventi genetici e caratteristiche meccan

Covid-19 e stato infiammatorio sistemico

 --

Alessio Mazzoni ha vinto il Premio giovani ricercatori edizione 2020 categoria Covid-19 per il paper: "Impaired immune cell cytotoxicity in severe COVID-19 is IL-6 dependent", pubblicato su The Journal of Clinical Investigation nel 2020. 

Motivazione: Lavoro che associa elevati livelli di IL-6 a una compromessa attività citotossica e apre prospettive terapeutiche attraverso il blocco dell’IL-6 con Tociluzumab.

Individuato un nuovo bersaglio molecolare nella lotta alla leucemia mieloide acuta

 --

Lorenzo Brunetti  ha vinto il Premio giovani ricercatori edizione 2020 categoria Oncologia per il paper: "Mutant NPM1 Maintains the Leukemic State through HOX Expression" pubblicato su Cancer Cell nel 2018. 

Motivazione: La commissione ha ritenuto che lo studio, eccellente da un punto di vista di originalità e valore scientifico, ben risponda ad una delle maggiori e crescenti necessità in Oncologia, ovvero l’identificazione di nuovi potenziali targe

Nuove tecnologie in leghe a memoria di forma: il ruolo chiave della modellazione

 --

Giulia Scalet ha vinto il Premio giovani ricercatori edizione 2020 categoria Ingegneria per il paper:  "A three-dimensional phenomenological model for shape memory alloys including two-way shape memory effect and plasticity", pubblicato su Mecanics of Materials nel 2019.

Motivazione: all’unanimità la Commissione dichiara vincitrice la dr.ssa Giula Scalet, la quale ha presentato un prodotto di ricerca relativo alla meccanica non lineare di strutture ava

La predizione della salienza su immagini

 --

Marcella Cornia ha vinto il Premio giovani ricercatori edizione 2020 categoria Intelligenza artificiale e big data per il paper:  "Predicting Human Eye Fixations via an LSTM-based Saliency Attentive Model", pubblicato su  IEEE Transactions on Image Processing nel 2018.

Motivazione: Il Lavoro si focalizza su un problema importante della computer vision ovvero quello di predire le aree di fissazione dell’occhio umano sulle immagini.

I suoni del supersolido

 --

Luca Tanzi ha vinto il Premio giovani ricercatori edizione 2020 categoria Fisica, Matematica, Informatica per il paper:  "Supersolid symmetry breaking from compressional oscillations in a dipolar quantum gas", pubblicato su Nature nel 2019. 

Motivazione: il Premio è assegnato a Luca Tanzi per la misura sperimentale degli effetti di superfluidità  in un sistema supersolido realizzato con atomi interagenti tramite forze dipolari a bassissime temperature

Come usare l’intelligenza artificiale e i big data per scovare talenti nel calcio

 --

Luca Pappalardo ha ottenuto una menzione speciale al Premio giovani ricercatori edizione 2020 categoria Intelligenza artificiale e Big Data:  "PlayeRank: data-driven performance evaluation and player ranking in soccer via a machine learning approach" L. Pappalardo, P. Cintia, P. Ferragina, E. Massucco, D. Pedreschi, F. Giannotti.

L’Origine del sistema di ammassi globulari della Via Lattea

 --

Davide Massari ha ottenuto una menzione speciale al Premio giovani ricercatori edizione 2020 categoria Astrofisica e spazio:  "Origin of the system of globular clusters in the Milky Way", Astronomy and Astro-physics 2019.

Motivazione: per l'utilizzo innovativo dei dati di Gaia, relativi agli ammassi globulari, per tracciare la storia della formazione della nostra galassia.


Secondo il modello cosmologico attualmente più accettato, ovvero quello del Big Bang, l