Stefano Guerzoni

Stefano Guerzoni, biologo, ricercatore al Consiglio Nazionale delle Ricerche dal 1976, all’Istituto di Scienze Marine di Venezia dal 2000 Si è occupato per più di venti anni di ricerche geochimiche e sedimentologiche in ambienti costieri, fiumi e lagune. Ha poi lavorato in Sardegna su problemi legati al trasporto di polveri Sahariane in Mediterraneo e aspetti di ecologia costiera. Dal 2013 è “senior associated scientist” all’International Marine Centre di Oristano. Ha scritto circa 100 articoli scientifici, più alcuni saggi divulgativi su Arancia Blu, Le Scienze, Acqua & Aria. Ha pubblicato La laguna ferita (Ed. Cafoscarina) sull’inquinamento da diossina della laguna di Venezia, tradotto anche in inglese (The sick Lagoon). Ha curato nel 2006 la pubblicazione dell’Atlante della Laguna (ed. Marsilio), ristampato con traduzione in inglese nel 2007. Dal 2010 al 2012 ha diretto la sezione di Lesina dell’Istituto di Scienze Marine. Attualmente si occupa dell’uso di indicatori per la gestione integrata delle zone costiere e di divulgazione della scienza.

La scienza in marcia, ma quale scienza?

Tra pochi giorni una Marcia per la Scienza mobiliterà ampi strati della comunità scientifica statunitense per affermare l’importanza della ricerca nell’affrontare le sfide ambientali e sociali della nostra società. La marcia prende le mosse dalla “Women’s March” organizzata dal movimento femminile immediatamente dopo l’insediamento di Trump, Il 21 e 22 gennaio scorso, che aveva portato in strada mezzo milione di persone in diverse città degli Stati Uniti.