Scienzainrete al XV Congresso Internazionale di Immunologia

Read time: 3 mins

XV Congresso Internazionale di Immunologia, Milano

Dal 22 al 27 agosto, si è tenuto a Milano il XV Congresso Internazionale di Immunologia, promosso e organizzato dall’International Union of Immunological Societies (IUIS) e dalla Società Italiana di Immunologia, Immunologia Clinica e Allergologia (SIICA).

VIDEO DELLE DIRETTE STREAMING

 XV International Congress of Immunology- Press Conference part I
Sergio Romagnani, Peter C. Doherty and Rolf M. Zinkernagel
[video: http://www.youtube.com/watch?v=psWBotloGtQ]

XV International Congress of Immunology- Press Conference part II
Rino Rappuoli and Peter C. Doherty
[video: http://www.youtube.com/watch?v=GSTd973oADc&feature=youtu.be]

Opening Ceremony
[video: http://www.youtube.com/watch?v=iOpuPQ_3fi4]

LECTURES

Mitochondrial transport by microtubule acetylation is essential to NLRP3-inflammasome activation 
Shizuo Akira 
[video: http://www.youtube.com/watch?v=OIS0uUv9cc4&feature=youtu.be]

Inflammation and tissue homeostatis

Ruslan Medzhitov
[video:http://youtu.be/tuKru8qGjyk]

On immunity in, biomarkers for, and vaccines against tuberculosis
Stefan H. E. Kaufmann 
[video: http://www.youtube.com/watch?v=5eLEMIFcmAM]

Interactions between the cellular and humoralarm of innate immunity
Alberto Mantovani 
[video: http://www.youtube.com/watch?v=rtWP4rtJIm0] 

 Control of immune response by regulation T Cell
Shimon Sakaguchi 
[video: http://www.youtube.com/watch?v=O3_vGY5DxSE] 

Dissecting the antibody response to pathogens and self antigens 
Antonio Lanzavecchia
[video: http://www.youtube.com/watch?v=pxMCSilfxdo]

AIRE control of immunological tolerance: new twist
Diane Mathis
[video: http://www.youtube.com/watch?v=kIGWzCrcHVs]

The inflammasome in health and disease 
Richard A. Flavell 
[video: http://www.youtube.com/watch?v=zC41bwBqpOs]

Cancer immunoediting: basic mechanism and therapeutic implications
Robert D. Schreiber
[video: http://www.youtube.com/watch?v=lPXUoR1iTVA]  
 

Human effector CD4+ T cells
Sergio Romagnani
[video: http://www.youtube.com/watch?v=a9jewQ8oJzc] 


VIDEO INTERVISTE

The best of Immunology in Milan
Luciano Adorini
[video: http://www.youtube.com/watch?v=UulH53vu7b4]

Why is tolerance so important? 
Abul Abbas
[video: http://www.youtube.com/watch?v=Zg4MvDaMgsg]

What is the purpose of immune monitoring? 
Mark Davis 
[video: http://www.youtube.com/watch?v=b2LvphK1sZc]

Will immunology cure all diseases?
Peter C. Doherty and Rolf M. Zinkernagel 
[video: http://www.youtube.com/watch?v=i3bZ_EL2BFw]
 

What about present impact and future perspectives of anti TNF therapy? 
Marc Feldmann
[video: http://www.youtube.com/watch?v=INpEs5NMGjI]

Can we prevent cancer by a vaccine?
 Olivera Finn
[video: http://www.youtube.com/watch?v=-_uQ1r74d_I]

What's the relevance of curiosity driven research?
Jules Hoffmann
[video: https://www.youtube.com/watch?v=GInIE32Y4ms]

Wich are the perspectives for a vaccine against HIV?
Jorge Kalil
[video: http://www.youtube.com/watch?v=i5nXZtGCq3c] 

Do we really need a new vaccine against tuberculosis?
Stefan Kaufmann 
[video: http://www.youtube.com/watch?v=2IZC3Ha2T2I] 

What is known about the causes of autoimmune diseases?
Diane Mathis
[video: http://www.youtube.com/watch?v=cncuBbgHgPs] 

L'Italia guida l'immunologia mondiale
Alberto Mantovani
[video: https://www.youtube.com/watch?v=zvIfaF3pnzI] 

 Can immunology replace the use of animals in labs?
Sergio Romagnani
[video: https://www.youtube.com/watch?v=bVNOaO0ols8]

What are your final remarks on ICI2013?
Luciano Adorini
[video: https://www.youtube.com/watch?v=nIn1P6CI_sw]  

ARTICOLI

Ruslan Medzhitov è il vincitore del Kröner Fresenius Award

Articoli correlati

altri articoli

Le notizie di scienza della settimana #104

Il biologo molecolare russo Denis Rebrikov ha dichiarato che ha intenzione di impiantare nell'utero di una donna embrioni geneticamente modificati con la tecnica CRIPSR entro la fine dell'anno. L'obiettivo sarebbe quello di prevenire che la madre, colpita da una forma di HIV resistente ai farmaci antiretrovirali, trasmetta il virus ai propri figli. Per farlo, Rebrikov userebbe la tecnica CRISPR-Cas9 per disattivare il gene CCR5, in modo simile a quanto fatto dallo scienziato cinese He Jiankui che lo scorso novembre aveva annunciato di essere stato il primo a far nascere una coppia di gemelle con questo procedimento (He voleva però evitare la trasmissione del virus dell'HIV dal padre alle figlie). La legislazione russa proibisce l'editing del genoma umano in senso generale, ma la legge sulla fertilizzazione in vitro non vi fa esplicito riferimento, e dunque Rebrikov potrebbe trovarsi di fronte un vuoto normativo che conta di colmare chiedendo l'autorizzazione di una serie di agenzie governative, a partire dal Ministero della salute. Scienziati ed esperti di bioetica si dicono preoccupati. La tecnologia non è ancora matura, motivo per cui qualche mese fa un gruppo di importanti ricercatori del campo avevano chiesto di mettere a punto una moratoria sul suo utilizzo in embrioni destinati all'impianto in utero. Non è chiaro poi se i rischi superino i benefici. In primo luogo, la disattivazione del gene CCR5 protegge dalla trasmissione del virus dell'HIV nel 90% dei casi. In secondo luogo, il rischio di mutazioni off-target e on-target indesiderate è ancora molto alto. Rebrikov sostiene che la sua tecnica ne riduca drasticamente la frequenza, ma finora non ha pubblicato alcuno studio scientifico che lo dimostri. Nell'immagine: lo sviluppo di embrioni umani geneticamente modificati con la tecnica CRISPR per correggere una mutazione responsabile della cardiomiopatia ipertrofica (lo studio, condotto nel laboratorio di Shoukhrat Mitalipov presso la Oregon Science and Health University di Portland, risale al 2017 ed è stato pubblicato su Nature). Credit: Oregon Science and Health University. Licenza: OHSU photos usage

Dove finisce la plastica dei ricchi?

Ogni anno gli Stati Uniti producono 34,5 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica. 1 milione di tonnellate vengono spedite fuori dal continente. Fino a qualche anno fa la maggior parte veniva spedita in Cina e Hong Kong, ma nel 2017 la Cina ha chiuso le porte a questo tipo di importazioni, autorizzando solo l'arrivo della plastica più pulita e dunque più facile da riciclare.