Silvia Mattoni

Laureata in Lettere con indirizzo storico e specializzata in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l’Università La Sapienza di Roma. Specialista in biblioteconomia (presso la Biblioteca Apostolica Vaticana) e iscritta all’Ordine dei Giornalisti.

Stretto di Messina, paradiso della biodiversità

Sebbene il Mediterraneo rappresenti soltanto lo 0,8% della superficie marina dell'Oceano mondiale, la sua biodiversità risulta paradossalmente elevata, soprattutto nelle acque dello Stretto di Messina. L'intenso idrodinamismo, la bassa temperatura e l'abbondanza di sali di azoto e fosforo rendono queste acque simili a quelle atlantiche. Per tale motivo numerose specie, tipicamente atlantiche sembrano trovare rifugio in questo ambiente.

  •