Barbara Bottalico

Nel 2006 consegue la laurea specialistica in Giurisprudenza presso l'Università di Pavia e nel 2013 il Dottorato in Studi Giuridici Europei e Comparati dell'Università di Trento. Dal 2008 collabora come ricercatrice con lo European Center for Law, Science and New Technologies (Università di Pavia), e dal 2011 lavora come avvocato iscritta all'Ordine forense di Milano.
I suoi interessi spaziano dalla bioetica allo studio dell'impatto della scienza e delle nuove tecnologie sul diritto, in prospettiva comparata.

Fecondazione assistita all'italiana

Martedì 28 agosto la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha pronunciato la sentenza che molte coppie desiderose di avere un figlio stavano aspettando. Una decisione che sancisce, senza lasciar spazio a dubbi, l’inadeguatezza e l’incoerenza della legge italiana che regola la fecondazione assistita.

Il caso

Intelligenza artificiale e malattia mentale

Ricorre in questi giorni il centenario della nascita di Alan Turing, i cui studi sono ora più attuali che mai alla luce dei passi da gigante già compiuti verso la creazione dell’intelligenza artificiale. Il metodo elaborato da Turing nel famoso “Imitation game” (spesso ricordato come “Turing test”) è ancora un punto fermo nell’immaginare un sistema per accertare se i computer, oggi sempre più sofisticati, siano dotati di autonoma intelligenza. Turing